La donna mancina (Garzanti Narrativa)

Questo romanzo – da cui lo stesso Handke ha tratto il film omonimo – è forse tra i più rappresentativi della cultura di lingua tedesca degli ultimi anni.
Al suo apparire in Italia, La donna mancina riscosse successo di pubblico – particolarmente sensibile alla questione femminile – e di critica: Claudio Magris vi scorse la manifestazione di «una vita pura, essenziale, che brilla nei dettagli minimi», e Alighiero Chiusano fu pronto a scommettere sulla sua durata a dispetto «di tante altre roboanti cosmogonie sperimentali».

Lasciate cadere le trasgressioni astute e plateali degli anni Sessanta, l’implacabile e delicata macchina narrativa di Handke ha conquistato uno sguardo limpido e impassibile come quello di una macchina da presa. Quello sguardo offre qui l’indimenticabile ritratto di una donna sulla soglia misteriosa della sua «lunga stagione di solitudine».

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Peter Handke

La montagna di sale (Garzanti Narratori)

La montagna di sale (Garzanti Narratori) di

È notte fonda. Un pullman si ferma in fondo alla piccola strada di campagna, ai margini di un frutteto senza foglie nel quale però alcune mele continuano a luccicare dai rami. Ne scende una famosa cantante lirica, reduce dall’ultima trionfale tournée autunnale. Sono passati molti anni da quando se ne è andata dal piccolo villaggio in cui è nata. Un villaggio dove l’inverno è perenne, anche nell...

Saggio sul luogo tranquillo (Guanda Saggi)

Saggio sul luogo tranquillo (Guanda Saggi) di

Il Luogo Tranquillo, intorno al quale Peter Handke intesse un’intricata e seducente trama di memorie, immagini, pensieri, divagazioni, in questo libro sospeso tra il racconto e il saggio, non è certo quello che il lettore si aspetta. Che si tratti di una cascina rurale nel Sud della Carinzia, di un collegio o di una stazione ferroviaria; che ci si trovi nei giardini di un tempio giapponese o in...

Storia della matita

Storia della matita di

Un diario, un taccuino di lavoro, un romanzo totale in cui ogni frammento di vita è raccolto e restituito alla parola. Una miniera smagliante, dove può essere trovato di tutto: visioni, riflessioni sullo scrivere, aforismi, disarmanti confessioni, romanzi di una frase, esercizi di parodia. Gli abbandoni fantastici si alternano a nitide descrizioni della natura, le severe autoanalisi si affianca...

L'ambulante

L'ambulante di

«Uno dei maestri indiscussi della letteratura in lingua tedesca.»Library JournalUn giallo che svela i meccanismi del giallo. Ognuna delle dodici parti in cui è diviso L’ambulante è organizzata in due momenti: a un preambolo che espone le regole e le possibili varianti del genere, fa seguito la narrazione vera e propria del fatto delittuoso. L’ambulante, testimone di un primo e di un secondo omi...

Il grande evento

Il grande evento di

L'OPERA PIÙ MATURA DI UN MAESTRO DELLA LETTERATURA EUROPEA«Il grande evento richiama il viaggio iniziatico e il vagabondaggio romantico... Il racconto vibra di risonanze misteriose e presta un'aura luminosa agli avvenimenti.»Le Temps«Handke scrive qui in modo molto semplice, usa frasi scarne e belle. Ricorda molto i suoi esordi, in un libro di grande effetto. È un invito a seguirlo sullo sparti...

Prima del calcio di rigore

Prima del calcio di rigore di

«Senza dubbio il miglior libro in lingua tedesca pubblicato dopo Perturbamento di Thomas Bernhard.»Neues Forum«Questo è uno dei romanzi più inquietanti scritti in tedesco da lungo tempo.»Frankfurter Allgemeine ZeitungLicenziato improvvisamente dal lavoro in cantiere, l’ex portiere di calcio Josef Bloch inizia a vagare per le strade di Vienna, va al mercato, al cinema, allo stadio, poi cerca una...