Cocomeri in salita

Il treno si allontana annoiato verso un’altra stazione.
La stessa sensazione degli ultimi giorni, più piena, più fresca. Come quel respiro profondo nel mezzo di un bosco lontano. Odori di muschi, fruscio di alberi felici, richiami di uccelli festanti.
Come se fossi giunto in un paese sconosciuto, dove mi daranno un nuovo nome, una casa accogliente e mi regaleranno l’orologio del tempo: un piccolo congegno per caricarlo a mio piacimento, un piccolo pulsante per accendere e spegnere il giorno.
Ora mi dice che sono passate le sette. Mario e gli altri mi staranno aspettando. Un bacio a quel treno che va scomparendo dentro la galleria. Anche un addio può innamorare.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli