Le due vie del destino - The railway man (Vallardi Personaggi)

700.000 COPIE VENDUTE IN 16 PAESI


UN LIBRO UNICO SULLA SECONDA GUERRA MONDIALE

«Una storia da leggere, per capire i mali della guerra e il dolore delle vittime.»
Elle

«Un’incredibile e commovente vicenda di vendetta e perdono.»
D la Repubblica

«Una delle testimonianze più toccanti della seconda guerra mondiale.»
The Sunday Times

«Tra le migliaia di autori che hanno scritto sulla seconda guerra mondiale, ad eccezione forse di Churchill, Lomax è quello che vale più la pena di leggere: avvincente, romantico, crudele, edificante. Il suo libro è indispensabile.»
The Independent

La seconda guerra mondiale è un immenso contenitore di storie. Diversi libri di grande impegno etico e narrativo sono stati scritti sui campi di concentramento, gli eccidi e le devastazioni in Europa. Meno si sa di quanto è successo sugli altri fronti, come su quello estremo-orientale, dov’è ambientata la narrazione autobiografica del britannico Eric Lomax.
Lomax trascorre oltre tre anni prigioniero dei giapponesi, che, anche a causa delle sue passioni per i treni e le telecomunicazioni, lo accusano, torturano e poi imprigionano a Singapore in un carcere che è peggio di un girone infernale.
In Oriente il conflitto ha segnato molte vite e provocato milioni di vittime. In Italia se ne è sempre saputo poco, forse per mancanza di testimonianze forti, anche letterariamente. Il libro di Lomax riempie una lacuna offrendo una testimonianza memorabile della sua esperienza e di quella dei compagni di prigionia ma anche della successiva battaglia, che durerà tutta la vita, per guarire le ferite, non solo fisiche, delle torture subite.

LA FERROVIA DELLA MORTE, LA PRIGIONIA, LE TORTURE:
UNA VICENDA UMANA SEGNATA DA FERITE PROFONDE

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli