Pattuglia senza ritorno (Storia di lago Vol. 1)

Il racconto è costruito attorno ad un evento tragico realmente accaduto durante una notte d’inverno di fine Ottocento: un evento drammatico che, come ha scritto un appassionato lettore “ il tempo ed i ricordi hanno reso, nella sua tragicità, quasi……. magico “.

Il territorio in cui si svolge il romanzo, scandito in racconti monografici datati dal 1893 al 1896, è rappresentato prevalentemente dalla sponda occidentale della parte alta del Lago Maggiore, in altre parole Cannobio e dintorni; personaggi principali sono i marinai e i militari della Guardia di Finanza del locale distaccamento, addetti al controllo lacuale (con particolari unità navali quali le torpediniere) del contrabbando, allora considerato una delle pochissime risorse per la sopravvivenza degli abitanti del lago; protagonisti sono Assunta e Matteo, che vivono un’intensa storia d’amore che, come spesso accade, deve sopravvivere a difficoltà di ogni genere.

Le foto sono inserite in modo da contestualizzare gli avvenimenti e rendere

l’ atmosfera di quei luoghi e di quegli anni, sia per i lettori “locali” e lacuali, che per tutti gli altri.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli