Selene

Narrativa contemporanea. Prefazione: " Quando uno ha vent'anni (o poco più) tutto sembra facile e leggero... è quanto sostengono coloro che quell'età l'hanno oltrepassata ormai da un pezzo. Eppure non è così. In quest'epoca sventurata, soprattutto in questa nazione sfigurata dalla crisi economica e da una società in disfacimento, travolta dalla corruzione politica e dall'arrivismo senza scrupoli, essere giovani e nutrirsi di ideali finisce ineluttabilmente per risultare l'ostacolo peggiore alla propria stessa sopravvivenza. Questa è Selene: una ragazza che non sa e neanche vuole rinunciare al proprio universo interiore (per quanto esso la renda inadatta al mondo reale) e si rivolta contro un sistema che la disgusta, da cui non intende lasciarsi risucchiare, fino a dare un calcio persino a quel posto di lavoro da poco ottenuto, che per molti suoi coetanei è oggi un miraggio, un'utopia, un'America che continua ad allontanarsi, pur navigando senza requie attraverso l'oceano in tempesta della burocrazia, dei ricatti più vili e delle raccomandazioni... Eppure proprio quando sembra che Selene debba affondare sconfitta, le appare un approdo insperato e solido verso un futuro certamente difficile da costruire, però realizzabile: possiamo definirlo come il suo destino, il suo completamento come persona, l'altra metà della famosa mela; oppure chiamiamolo semplicemente Leo, il timido ma determinato compagno che compirà con lei questo ingresso in una vita che non fa sconti, in un mondo selvaggio e senza pietà per i più deboli, sostenendola ed essendo nel contempo sostenuto dal carattere impulsivo, impetuoso ma anche estremamente sensibile e bisognoso d'amore di una giovane donna che non ha paura di schiantarsi contro i mulini a vento, pur essendo armata solo della propria creatività e di un'indole indomita che niente e nessuno riuscirà mai a piegare.

Neppure l'Autrice ha più vent'anni, ma conserva un'acuta memoria dei sentimenti di quel tempo e vuole immaginarsi trasposta a quell'età in un periodo storico diverso da quello in cui ha realmente trascorso la propria giovinezza; ma ancor di più desidera raccontare una storia, immaginata e vissuta nella propria mente come un susseguirsi di immagini ed emozioni che forse qualcuno vorrà condividere con lei, in un piccolo viaggio dentro ad una realtà contemporanea che va guardata in faccia, fosse solo per cambiarle il più possibile i connotati."



Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Sabrina Granotti

L'acuto in controcanto

L'acuto in controcanto di

Narrativa contemporanea. Romanzo. Prefazione: Leggendo le primissime pagine di questo libro si potrebbe pensare di essersi imbattuti in una storia brillante, che narra del successo e dei sogni realizzati di una giovane donna bella e con un grande talento artistico; invece vi troverete di fronte ad un personaggio tormentato, non di rado alle prese con i propri conflitti interiori. Sybilla è...