Una vita passata a dividersi tra Richard Gere e Dermot Mulroney. E sono pure gelosi...

Una ragazza fiorentina, quasi per caso, si ritrova negli States a studiare per diventare gallerista.

E sempre per caso ha una storia d’amore con Bruce Boxleitner, sex symbol degli anni ‘70.
Ma forse la casualità non c’entra, visto che dopo qualche anno, finita la storia con Bruce, Richard Gere si innamora pazzamente di lei. E lo stesso succede con Dermot Mulroney!
Attraverso parole veloci, taglienti ma allo stesso tempo sognanti, la protagonista ci fa viaggiare tra le metropoli americane, le stelle del cinema e le opere d’arte. Senza dimenticarsi degli
anni ‘60, della musica e delle amiche.
Per l’autrice, scrivere questo libro è stato come far sua la vita narrata. Ha amato, viaggiato, lavorato nel mondo dell’arte, fatto shopping lussuoso, raccontato scene di film, ascoltato musica…
Nicoletta Bernardini: nata il 26 aprile 1961, nel 2013 il suo racconto “Cafè du Livre” viene selezionato per far parte dell’antologia “Parigi”, edita da EKT. Nel 2014 altri due racconti, “Kadija” e “Zia Amelia”, vincono due concorsi e vengono publicati dalla Neos Edizioni e in un volume della Coopselios.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo