La banda delle casse da morto

Danny Williams, ventisette anni, vive a Londra e fa l’avvocato in un prestigioso studio legale: ha una casa di proprietà, un ottimo stipendio, ed è sicuro di essersi lasciato alle spalle la vita proletaria, turbolenta e provinciale del paesino dell’Irlanda del Nord da cui proviene. Finché un giorno non bussa alla sua porta Geordie, amico d’infanzia, spacciatore e imbroglione, che stavolta è scappato coi soldi della gente sbagliata... Nel giro di cinque giorni frenetici (e innumerevoli pinte di birra) le loro esistenze si intrecciano con quelle di un gruppo terroristico e di un’azienda nordirlandese a rischio di smantellamento, di un killer non infallibile e di una tirocinante molto sexy: riuscirà Danny a salvarsi la pelle (e l’anima)? Un romanzo scatenato e avvincente dal ritmo incalzante, il cui autore è stato paragonato dal New York Times a Nick Hornby e Kingsley Amis: una storia scoppiettante da film d’azione che è anche una moderna riflessione sulla fedeltà ai propri affetti, ai propri ideali e a se stessi.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli