Uno sì e uno no

Dopo il successo di Pilipintò e dei gialli La pietra al collo e Il morto con la zebiba, Carlo Barbieri torna con una serie di racconti intriganti in cui il lettore è preso in un gioco serrato fatto di humor e mistero, tenerezza e colpi di scena, ribaltamenti di prospettiva e finali sorprendenti come giochi di prestigio. Aspettatevi di tutto: dal fascino del thriller Il fico nella palma alla irresistibile comicità di racconti come La coda, La coppola e Lo zù Peppino e la crisi dell’occidente, comicità che scaturisce dall’osservazione della vita di tutti i giorni ma anche dalla fantasia pura, e che talvolta è il veicolo di considerazioni insospettabilmente profonde. Troverete la verità sull’Aldilà... ma anche una surreale e maliziosa indagine del commissario Mancuso ne Il segreto del Grande Scrittore Andrea. I racconti sono uno ad ambientazione siciliana e l’altro no. “Uno sì e uno no”, appunto. E, come sempre nei racconti di Barbieri, hanno il tempo di lettura indicato sotto il titolo: “Così sull’autobus, in sala d’attesa o in bagno, uno si regola” ci dice l’autore.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Carlo Barbieri

Il marchio sulle labbra: Palermo è scenario vivo di un delitto che affonda le radici nel suo più lontano passato. Un nuovo caso per il commissario Mancuso.

Il marchio sulle labbra: Palermo è scenario vivo di un delitto che affonda le radici nel suo più lontano passato. Un nuovo caso per il commissario Mancuso. di

Romanzo giallo ambientato nel centro storico di Palermo con protagonista il commissario Mancuso, già visto in altri due noti gialli di Carlo Barbieri. Racconta di personaggi che hanno interessi nell'area archeologica e, nonostante sia ambientato ai giorni d'oggi, rimanda alla storia della dominazione araba in Sicilia. È particolarmente ricco di colpi di scena e di momenti di altissima tensione...

Il morto con la zebiba

Il morto con la zebiba di

Una nuova indagine per il commissario Mancuso.Il cadavere di un extracomunitario trovato sulla spiaggia di Granitola, in Sicilia, sembra essere quello di una delle tante vittime degli sbarchi clandestini a cui ci hanno ormai abituato le pagine dei giornali. Ma due circostanze non convincono gli inquirenti: il morto era ubriaco e aveva la zebiba, il bernoccolo della preghiera. E le due cose non...

Assassinio alla Targa Florio: Donne, motori e un'eredità misteriosa all'ombra della corsa più bella del mondo

Assassinio alla Targa Florio: Donne, motori e un'eredità misteriosa all'ombra della corsa più bella del mondo di

Che relazione può esserci tra l’uccisione degli amatissimi cani di Elena Ventimiglia, una vecchia signora che vive di ricordi legati soprattutto alla Targa Florio – “la corsa più bella del mondo” – e lo strano assassinio che segue? Un flashback “in bianco e nero” racconta all’improvviso una Sicilia con tutte le ferite di una guerra appena perduta, piagata da stragi e sequestri ma con un’enorme...