Memoriale (Einaudi tascabili. Scrittori)

Prigioniero in Germania nell'ultima fase della seconda guerra mondiale, vittima in prigionia di tubercolosi polmonare e tormentato fin dall'infanzia dalla inguaribile malattia della solitudine, quando viene assunto da una grande fabbrica del Nord, Albino Saluggia si illude di poter cambiare vita e finalmente di guarire da tutti i suoi mali. Ma l'ingresso nel mondo del lavoro si rivela ben presto un guaio peggiore della disoccupazione e da questo momento l'esistenza di Saluggia si complica diventando un nodo di inestricabile follia. Memoriale (1962) è il capolavoro che sbaragliò le discussioni degli anni Sessanta sui rapporti tra letteratura e industria. La storia dell'operaio Saluggia si sottrae a qualsiasi modello ideologico e diventa, a distanza di anni, un capitolo della nostra storia di esemplare originalità letteraria.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Paolo Volponi

Il lanciatore di giavellotto (Letture Einaudi)

Il lanciatore di giavellotto (Letture Einaudi) di

Norma Coramboni è una delle donne più belle e affascinanti della letteratura italiana del Novecento. Di lei sono tutti innamorati (tranne forse il marito): il suocero che sublima l'attrazione per la nuora con l'arte delle sue splendide ceramiche, il gerarca-amante e soprattutto il figlio Damìn, adolescente asfissiato da un grumo di desiderio e di dolore che i successi nello sport non riescono a...

Il pianeta irritabile (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 216)

Il pianeta irritabile (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 216) di

Nel 2293 quattro esseri viventi - la scimmia Epistola, feroce e terrorista, l'oca Plan Calcule, l'elefante Roboamo e un nano dai molti nomi - si sottraggono alle ceneri di un'esplosione atomica e iniziano un viaggio alla ricerca di un'improbabile salvezza in un nuovo universo. I quattro grotteschi cavalieri dell'Apocalisse devono eliminare ogni ostacolo ed essere vivente che incontrano sul loro...

Il sipario ducale (Gli struzzi Vol. 262)

Il sipario ducale (Gli struzzi Vol. 262) di

«Il sipario ducale» è stato, nel '75, l'avvio di una nuova fase nella narrativa di Volponi. Lo scrittore abbandonava la forma anche esteriormente piu diretta della prima persona, non per dimettere, ma anzi per offrirsi una maggior libertà di intervento e di giudizio. Tutto ciò sembrava richiesto da una materia incandescente, anche temporalmente concentrata (la storia dura nella misura classica ...

Corporale (Einaudi tascabili. Scrittori)

Corporale (Einaudi tascabili. Scrittori) di

Fra avventure d'amore, traffici e speculazioni, in un tumulto di eventi veri o fantastici - su cui domina un incombente disfacimento, quel terrore atomico che gli fa progettare un solitario rifugio appenninico - il protagonista di questo romanzo febbrile e vorticoso è l'Ulisse senza ritorno di un'Odissea del vivere d'oggi. Volponi ci offre scoperte di stupefacente poesia, che pongono Corporale...

Le mosche del capitale (Letture Einaudi Vol. 58)

Le mosche del capitale (Letture Einaudi Vol. 58) di

«Il personaggio di Bruto Saraccini è l'estrema proiezione autobiografica di Paolo Volponi, scrittore e manager di vertice (prima alla Olivetti, responsabile del personale e delle relazioni aziendali, in seguito alla Fiat, da consulente), così come Le mosche del capitale, edito da Einaudi nel 1989, è tanto un drammatico bilancio personale quanto l'allegoria di un universo in frenetica ...

Parlamenti (Carta Bianca)

Parlamenti (Carta Bianca) di

Mentre si impegnava strenuamente contro i tagli alla scala mobile, il duopolio televisivo o la Guerra del Golfo, Paolo Volponi, dirigente olivettiano, eletto in Parlamento nel 1983, scriveva, sulle stesse carte del Senato, appunti, poesie, intere sequenze di romanzi. Tra queste carte si trovano i materiali di un romanzo «su Palazzo Madama», concepito da Volponi in dialogo con il senatore del Pc...