Io non sono esterno (Le Torpedini)

In un Salento spettrale, un ragazzino malato viene segregato dal padre nella cantina di una casa costruita ai piedi della tangenziale e davanti uno sfasciacarrozze. Seppellito vivo e costretto a vegetare nella buia umidità della sua prigione, giustifica la sua condizione con la volontà del padre di proteggerlo dopo una brutta storia di Sacra Corona Unita che l’ha visto protagonista. Nella realtà, la Sacra Corona Unita è l’unica famiglia in cui il padre del prigioniero crede ciecamente: per il figlio tenuto segregato e per sua madre c’è solo violenza e, con l’obiettivo di assoggettare completamente le vittime, l’obbligo di sottoporsi a regolari iniezioni di eroina. Soltanto Magnolia, una bambina inesistente, avrà il coraggio di scendere insieme al protagonista nei sotterranei della sua anima. Compagna immaginaria di un dialogo struggente all’interno di una storia al tempo terribile e meravigliosa.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli