Orfani di Dio (indies g&a)

"Orfani di Dio" mette in scena, con consapevolezza e maturità, la vita di due coppie, le cui vicende si intrecciano per caso.

Da un lato Paolo e Germana, lui ossessionato dalla carriera e dal giudizio degli altri, lei infelice e tormentata dalla tragedia che ha segnato la sua infanzia.

Dall’altro, Michele e Rosanna, insieme da sempre e genitori felici di un bambino.

Entrambi i matrimoni sembrano perfetti a un occhio estraneo, ma in realtà nascondono gravi mancanze. E quando Rosanna e Germana rimangono incinte, la goccia della sofferenza e dell’intolleranza comincia a far traboccare il vaso delle loro vite coniugali.

Con uno stile asciutto e realistico, incisivo come un rasoio, Maria Acciaro ci racconta un’altra storia di dolore e solitudine, confermandosi una scrittrice capace di leggere a fondo nell’animo umano.





L'AUTRICE

Maria Acciaro, psicologa e psicoterapeuta, vive e lavora a Milano. Per Feltrinelli ha pubblicato "In nome della madre", un saggio sul ruolo della donna nel banditismo sardo, per Armando editore il saggio "Gravidanza senza maternità" e il romanzo "Il buio e le parole". Con il racconto per ragazzi "Sarai uomo domani" ha vinto il Primo Premio del concorso nazionale di narrativa della Regione Lombardia. Per indies g&a ha pubblicato "L’ultimo giro di valzer".

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Maria Acciaro

Piccola così (indies g&a)

Piccola così (indies g&a) di

"Ricordava quel tempo lungo delle carezze di lui, dei loro baci appassionati. Avrebbe voluto che tutto il suo tempo finisse in quel momento, racchiuso in minuti eterni. Così non era stato e le braccia di lui non sempre l’avevano protetta. Le intemperie erano filtrate attraverso le fessure non sanate della sua vita e non avevano potuto tenerla al riparo: bella e insicura e forse viziata come la ...

L'ultimo giro di valzer (indies g&a)

L'ultimo giro di valzer (indies g&a) di

Paura, vergogna, ansia, rassegnazione, imbarazzo, disgusto, disperazione, furia, impotenza, rancore, solitudine. Sono questi alcuni dei sentimenti che provano Giovanna, Franca, Alessia, Roberta e Matilde. Cinque donne completamente diverse tra loro ma accomunate da un solo destino, un destino fatto di maltrattamenti e abusi per mano dei loro uomini, padri o mariti che siano. Questa è la sostanz...