Mira

«Che Italia miserabile viene fuori da questo libro! Una Italia dei soldi facili, dell’egoismo e della strafottenza, rappresentata sontuosamente e allegramente in televisione, con l’uso di un linguaggio sempre più sciatto e grossolano.
Eppure questa Italia è stata per anni il sogno mitizzato di un intero paese: l’Albania.
La povertà, la disoccupazione, una feroce dittatura che ha tenuto i vecchi stretti nelle loro paure e i giovani chiusi nelle loro aspirazioni frustrate, ha fatto sì che l’Italia apparisse ai loro occhi come un luogo di ricchezze mai viste e di libertà mai assaporate.
Inseguendo questo sogno molte ragazze povere, albanesi, trovano la forza di abbandonare le loro famiglie per accettare di trasformarsi in prostitute in una Roma avida e distratta. Oliviero La Stella riesce a raccontarci questa favola moderna con pietà, comprensione e ironia. La sua simpatia, evidentemente, va alle Mira, alle Fabiola, alle Jasmine di un mondo notturno e farfallino che risponde a regole feroci e violente.
Mira però ha qualcosa di diverso dalle altre: in fondo al suo animo conserva una purezza che la rende nobile e fiera nonostante i venti uomini a notte. La Stella ci dimostra, con la sua scrittura lieve e serena, che a volte i luoghi comuni possono essere rovesciati.
Che la grazia interiore vale spesso più di mille ricchezze e mille sapienze».
Dacia Maraini

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo