Il viaggio di Guido Reni (Raggi)

È il 1602. Il giovane Guido Reni, pittore di ottime speranze ma non ancora completamente affermato, torna a Bologna dopo un lungo soggiorno a Roma. Durante il viaggio insieme all’amico Gino, anch’egli artista, ripercorre l’itinerario che mesi prima l’ha portato lì, alla scoperta di un nuovo modo di dipingere e, forse, anche di se stesso. Via via che il viaggio procede e si allontana dall’Urbe, gli tornano quindi alla mente le tappe del suo soggiorno romano, gli incontri e i confronti con gli altri pittori, i dubbi che hanno accompagnato la creazione delle sue opere e che ancora lo tormentano, costringendolo a domandarsi quale sia davvero il valore della propria arte, specie in rapporto allo stile nuovo, così diverso dal suo, del Caravaggio, che tanto sta facendo discutere. L’interrogativo di sempre – “Che artista sono?” – rimarrà con lui fino al ritorno a casa, a Bologna, quando dipingerà la sua opera forse più affascinante e misteriosa, La Carità, che per molti anni resterà arrotolata in un ripostiglio, dove lui stesso l’aveva chiusa subito dopo averla completata. “Perchè?” si domanda Manlio Cancogni raccontando la storia di Guido: cosa accadde al giovane pittore al suo ritorno a Bologna? Pubblicato originariamente con il titolo Il genio e il niente e vincitore del Premio Grinzane Cavour nel 1987, Il viaggio di Guido Reni, indimenticabile romanzo sui dubbi dell’arte e la ricerca del bello ideale, è il racconto di questo mistero, il mistero stesso del genio e della creazione artistica.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Manlio Cancogni

Tutto mi è piaciuto

Tutto mi è piaciuto di

Tutto mi è piaciuto nasce da alcune conversazioni con Manlio Cancogni che hanno avuto luogo tra febbraio e aprile 2013 nella casa di Fiumetto, a Marina di Pietrasanta, dove lo scrittore vive con la moglie Rori. Questo piccolo libro, divertito e prezioso, vero e proprio balsamo di intelligenza, umanità e indipendenza, offre al lettore un’ideale introduzione non solo al mondo letterario e...

Signor tenente (Raggi)

Signor tenente (Raggi) di

Silvio è cresciuto in una famiglia borghese e ha trascorso la sua infanzia e adolescenza nella Roma del primo dopoguerra, tra i pomeriggi passati a giocare a calcio con gli amici e la scoperta del mondo fuori di lui, allo stesso tempo affascinante e pauroso. Ora, adulto, si trova ad affrontare l’avventura più grande e terrificante: una guerra in cui non crede per uno Stato e un governo che...

La cugina di Londra (Raggi)

La cugina di Londra (Raggi) di

Nora e Nino, cugini che fino a quel momento non si sono mai frequentati, diventano amici per la pelle durante un’estate in Versilia. Nora, già adolescente, ha quattro anni più di Nino e sembra esattamente il suo opposto: brillante, estroversa, spericolata, bellissima. Eppure da quell’estate qualcosa continua a legare profondamente i due cugini anche negli anni a venire. Intanto il tempo...

La carriera di Pimlico (raggi)

La carriera di Pimlico (raggi) di

Pimlico è un cavallo. Un purosangue, una di quelle promesse dell’ippica destinate a trionfare nelle corse e ad assicurarsi un nome e una vecchiaia da stallone di lusso. C’è solo un piccolo problema: quando corre in gare decisive, arriva puntualmente secondo o terzo. La sua storia (e quella di altri purosangue: Marlù, Bendigo, Fantasio…) ci viene raccontata dal decano dei caporazza...