Incantesimo generale

È un mondo rovesciato, percorso da un incantesimo che tutto pervade, quello che Emmanuelle Pireyre descrive in questo fantasmagorico romanzo-collage. Un mondo in cui una bambina di otto anni che ama disegnare cavalli è considerata bizzarra dai suoi piccoli compagni di classe, tutti dediti a complicati studi di finanza; gli artisti invadono le caserme; una giovane musulmana si ostina a portare il velo contro la volontà dei genitori e dal suo sito spiega alle ragazze come adattare stile e moda ai precetti del Corano... Tratti dai media e dai forum, spogliati di qualunque cliché e rielaborati con umorismo e immaginazione, in una continua rincorsa tra realtà e fantasia, i personaggi di Incantesimo generale rifuggono lo sguardo di chi ne minaccia la libertà, pronti a insinuarsi negli interstizi del mondo reale per portarne alla luce l’assurdità. E tutto questo con un linguaggio moderno, ispirato a Internet ma non di rado sovvertito, disinvoltamente stravolto e capovolto: «Mentre scrivevo questo libro – sostiene la stessa Pireyre – avevo l’impressione di prendere in prestito parole e frasi idiomatiche con lo stesso atteggiamento di chi noleggia un’auto solo per il piacere di restituirla completamente distrutta all’altro capo del mondo». Dando prova di un’esuberante e gioiosa vitalità comunicativa ma toccando anche temi “sensibili” della contemporaneità – il ruolo del denaro, la demilitarizzazione dell’Europa, la questione del velo islamico –, Emmanuelle Pireyre propone una radiografia della nostra coscienza europea in questo inizio di XXI secolo.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli