Le due città (con Annotazioni) (Fiori di loto Vol. 13)

Compra su Amazon

Le due città (con Annotazioni) (Fiori di loto Vol. 13)
Autore
Charles Dickens
Pubblicazione
12 maggio 2015
Categorie
Charles Dickens pubblicò questo fortunatissimo romanzo storico nel 1859 sulla rivista inglese da lui fondata «All the Year Round». Da allora, questo libro conobbe un enorme successo, vendendo oltre 200 milioni di copie in tutto il mondo.

La narrazione segue le vicende dei personaggi del romanzo durente l’epoca della Rivoluzione francese sia nel primo momento rivoluzionario e anti-aristocratico sia nel periodo successivo, del terrore, con l’interessante riferimento, per analogia e sincronia, con quanto avveniva nello stesso tempo in Inghilterra.

Si tratta dell’unico romanzo storico scritto da Dickens, oltre a Barnaby Rudge. L’Autore, con drammatica ironia, suggerisce al lettore quanto oscuro e tragico possa divenire l’animo umano se costretto dal bisogno e libero dai più comuni paradigmi sociali. Si tratta anzitutto di un avvertimento dell’Autore all’aristocrazia inglese dell’Ottocento.



La presente edizione ripubblica la versione originale dell’opera, così come stampata nel 1859. Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull'autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Charles Dickens

Oliver Twist (Emozioni senza tempo)

Oliver Twist (Emozioni senza tempo) di

Come numerosi romanzi fondamentali della letteratura europea dell'Ottocento, anche 'Oliver Twist' vide la luce nella sua prima edizione in qualità di romanzo a puntate sulla rivista inglese 'Bentley's Miscellany', nel 1837. In congiunzione con le illustrazione che ne arricchivano le pagine, altra caratteristica ricorrente delle opere a puntate, il secondo romanzo scritto da Dickens diventò una ...

Il Circolo Pickwick (Emozioni senza tempo)

Il Circolo Pickwick (Emozioni senza tempo) di

Unanimemente considerato uno dei grandi capolavori della letteratura inglese, questo è il primo romanzo di Charles Dickens. Pubblicato nel 1836 a fascicoli, è un affresco di un'Inghilterra ancora non stravolta dalla rivoluzione industriale e quindi meno severa e spietata nei rapporti umani, familiari e lavorativi. L'autore mutò progressivamente questa visione nel corso della sua carriera, mentr...

Canto di Natale

Canto di Natale di

Canto di Natale di Charles Dickens. Ebenezer Scrooge non si nasce, si diventa. Non si nasce spilorci, non si nasce senza desiderare un po’ di bene per sé, una compagnia, un briciolo di considerazione da parte degli altri. Eppure un uomo può seppellire il proprio cuore sotto un cumulo di vanità e di cinismo, chiudersi a qualsiasi speranza di bene e tirare a campare senza farsi più domande fino a...

Cantico di Natale

Cantico di Natale di

Cantico di Natale Charles Dickens, scrittore inglese (1812-1870) Questo libro elettronico presenta «Cantico di Natale», di Charles Dickens. Indice interattivo - Presentazione - Strofa Prima. Cantico Di Natale - Strofa Seconda. Cantico Di Natale - Strofa Terza. Cantico Di Natale - Strofa Quarta. Cantico Di Natale - Strofa Quinta. Cantico Di Natale

Dickens. David Copperfield (LeggereGiovane)

Dickens. David Copperfield (LeggereGiovane) di

A casa Copperfield, tra una colombaia e un canile vuoti, l’orfano David e la sua tata Peggotty iniziano a fare i conti con la perfidia del patrigno Murdstone. È solo la prima delle tante prove che David si troverà ad affrontare nel suo cammino verso la vita adulta. L’adozione, gli anni di studio in casa di Agnes Wickfield, l’amore giovanile per Dora Spenlow, il matrimonio, la disillusione. Con ...

Dickens. Le due città (LeggereGiovane)

Dickens. Le due città (LeggereGiovane) di

«Era il tempo migliore e il tempo peggiore, la stagione della saggezza e la stagione della follia, l’epoca della fede e l’epoca dell’incredulità; il periodo della luce, e il periodo delle tenebre, la primavera della speranza e l’inverno della disperazione. Avevamo tutto dinanzi a noi, non avevamo nulla dinanzi a noi.»