La vespa nell'ambra

Compra su Amazon

La vespa nell'ambra
Autore
Emma Pomilio
Editore
MONDADORI
Pubblicazione
14 aprile 2015
Categorie
Cesare è in Egitto e ha affidato Roma a Marco Antonio, ma è difficile mantenere l'ordine nella città senza magistrati regolari. Un grande aiuto viene ad Antonio dal ricco cavaliere Volumnio, l'uomo che a Roma fornisce qualunque servizio a chi può pagare, grazie alla sua squadra di liberti, ex schiavi liberati, ciascuno dei quali è un grande esperto di un settore specifico. Tra loro spiccano Priscilla, famosa e abilissima medichessa, l'ex gladiatore Silio, conosciuto come Tigris nelle arene, amato dal popolo, temuto sicario, spia, guardia del corpo, e l'attrice cortigiana Citeride, amante di Marco Antonio, primadonna del suo apparato propagandistico e della "politica spettacolo" romana. C'è un forte legame fra i tre liberti che sono cresciuti insieme in Vicolo del Fico: da sempre Silio ama Priscilla, ma lei è rimasta vergine e si dedica solo all'arte medica e all'istruzione delle sue discepole. Ma una notte di fronte alla porta della cortigiana Glicera viene assassinato il nobile Gaio Terenzio. Vicino al cadavere è stato visto solo Valerio, che di Terenzio era stato complice di tante violenze negli anni precedenti. Ma i due ormai erano nemici. Valerio fugge e si nasconde, ma prima chiede aiuto alla sua ex amante Citeride, giurandole che c'è una testimone. Citeride si impegna a rintracciarla. Intanto però Silio, in giro prima dell'alba per informare Volumnio degli umori dei Romani, viene a conoscenza di una voce inquietante: Valerio avrebbe ucciso Terenzio per impossessarsi di una lettera compromettente di Cesare. Una voce che è stata divulgata proprio da Glicera. E quando va da lei per interrogarla Silio la trova morta, col volto mutilato. I due efferati delitti e la diceria sulla lettera di Cesare sconvolgono la città. Tutti cercano Valerio, i nemici di Cesare per farlo parlare della lettera, gli amici al fine di zittirlo per sempre. Una delle migliori autrici italiane di romanzi storici scrive un grande romanzo giallo nella cornice, perfettamente ricostruita, dell'antica Roma nell'ultimo periodo della Repubblica, la città per eccellenza, tra piazze splendide e vicoli malfamati, palazzi eleganti e catapecchie, grandi famiglie sempre in lotta, folle miserabili guidate da agitatori senza scrupoli.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Emma Pomilio

La notte di Roma (Omnibus)

La notte di Roma (Omnibus) di

Lucio Cornelio è un giovane appartenente auna grande famiglia patrizia, che ha semprecercato di tenersi lontano dagli intrighi di cortenascondendo le sue capacità dietro la mascheradi uomo frivolo dedito alle belle attrici e allecorse con i carri, in cui è imbattibile. Adessoperò rischia di essere coinvolto nella congiuraordita contro Augusto da Giulia, nipote dell'imperatore,e dai suoi dissolu...

Il sangue dei fratelli (Omnibus)

Il sangue dei fratelli (Omnibus) di

Fausto e Marco si somigliano come due gocce d'acqua e vivono nella stessa casa, ma non sono fratelli. Fausto è uno schiavo, nato da una schiava e - si sussurra - dal padrone, Marco invece è figlio di quest'ultimo e della moglie legittima, ed è l'erede dei nobili Livi Drusi. Il destino dei due giovani sembra già segnato, marchiato nelle loro carni sin dalla nascita, ma la guerra sociale e in seg...

Il ribelle: L'avventura della fondazione (Omnibus)

Il ribelle: L'avventura della fondazione (Omnibus) di

Il comandante della cavalleria di Tarquinia, unnobile etrusco giusto e coraggioso, commetteun orribile crimine per difendere il suo onore:uccide la moglie insieme all'ennesimo amante.Lei, però, è la nipote del re e quel sangueche reclama vendetta lo costringe all'esilio. Deveabbandonare la sua terra, le origini illustri,e persino il suo nome: da quella notte si chiameràsemplicemente Larth.Nei p...