La perversa giovinezza di Rodrigo Borgia

Compra su Amazon

La perversa giovinezza di Rodrigo Borgia
Autore
Michela Martignoni
Editore
Michela Martignoni
Pubblicazione
23 marzo 2015
Categorie
Aitante, fascinoso e perverso. È Rodrigo Borgia, futuro papa Alessandro VI, descritto nei suoi sfrenati anni giovanili.
Si confessa senza pudori, non sa cos’è il pudore, da sempre segue solo la sua istintiva passionalità e il suo inesauribile appetito sessuale.
Un irresistibile incantatore al quale le donne non sanno resistere, stregate dagli sguardi dei suoi vellutati occhi neri.

Figlio di un fiero ma oscuro nobile di Jativa - paese a sud di Valencia - ha la fortuna di essere nipote del potente cardinale Alonso Borgia che lo vuole accanto a sé nell’Urbe.
Lasciata la Spagna e le sue piccanti avventure agresti, Rodrigo si tuffa nei piaceri raffinati di Roma. L’atmosfera frizzante dell’Urbe - con le sue provocanti matrone dai costumi liberi, le incantevoli cortigiane e le centinaia di meretrici senza scrupoli, con i suoi strabilianti palazzi, con le sue infinite occasioni di piaceri, di tentazioni e di intrighi di potere - seduce il giovane Borgia che diventa da subito attivo protagonista di quel mondo.
Circondato da amici compiacenti e viziosi, Rodrigo passa da una relazione all’altra con disinvoltura, non c’è voglia che non soddisfi, non c’è sfida che non lo ecciti. Non trascura però gli studi di giurisprudenza e coltiva ambiziosi sogni di potere che si concretizzano con l’elezione al soglio dello zio Alonso, papa Callisto III.
Ottenuta la prestigiosa carica di vice-cancelliere, Rodrigo è al culmine del successo, ma il destino gli riserva un imprevisto che scompagina la sua vita di gaudente: l’amore. Non un amore giocoso e fugace, né mercenario o di convenienza, ma un sentimento mai provato prima, che porta con sé anche sofferenza. L’amore della sua vita è incarnato da Vannozza Cattanei: sensibile, pepata, dall’intelligenza vivace e dai seni generosi.
Legarsi a una donna però non era nei piani di Rodrigo: la libertà d’amare tutte quelle che voleva era il suo credo, ma ora questo sembra aver perso importanza e il pensiero dominante di lei occupa le sue giornate.
Il Borgia capisce di trovarsi a un bivio: non può più tergiversare. Per un giorno intero lascia le sue incombenze di cardinale e galoppa attraverso la campagna romana fino a Ostia. Riflette sul suo passato e scandaglia il fondo della sua anima fino a quando, sulla via del ritorno, mentre il tramonto incendia Roma, scoprirà di avere nel cuore la sua scelta…

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Michela Martignoni

Memorie e peccati. L'amante di papa Borgia

Memorie e peccati. L'amante di papa Borgia di

Una donna nuda coperta di petali di rosa attende l’amante. E’ Vannozza Cattanei, la protagonista del romanzo. L’uomo che ama è il più potente di Roma: Rodrigo Borgia, papa Alessandro VI. Questo però è un ricordo ormai lontano, uno dei tanti che lei vuole riportare alla luce per onorare il suo passato. Ora Vannozza è anziana. Con alcuni dei suoi si è rifugiata nel castello di Nepi perché papa...

I Montefeltro: Il duca che non poteva amare

I Montefeltro: Il duca che non poteva amare di

Urbino 1488: Il Duca Guidobaldo di Montefeltro non ha mai amato nessuna donna, ma per Elisabetta Gonzaga, sua sposa, prova una vera passione. Il giovane duca sa di non avere ereditato il carisma e la sensualità di suo padre Federico, ma desidera liberarsi dall'affettuosa ma limitante tutela dello zio Ottaviano Ubaldini della Carda. L'Ubaldini, uomo dotto con una spiccata inclinazione per...

Cuore di tiranno: Cesare Borgia e la congiura dei condottieri

Cuore di tiranno: Cesare Borgia e la congiura dei condottieri di

Un cuore di tiranno batte nel petto di Cesare Borgia, anima inquieta di condottiero, sempre proteso verso nuove conquiste di terre, di onori, di donne. Il suo coraggio è leggendario, la sua brama di realizzare infiniti progetti e la sua curiosità culturale lo pongono al di sopra dei suoi contemporanei, che lo amano o lo odiano, ma soprattutto lo temono.   Nel 1502, il suo anno di gloria, Cesare...

Requiem per il giovane Borgia

Requiem per il giovane Borgia di

Juan, il figlio prediletto di papa Borgia, è un ragazzo bellissimo. Ricchezza, fascino, potere... le donne cadono ai suoi piedi suscitando l'ira di mariti, padri e fratelli. Non solo: su di lui si concentra l'odio di numerose famiglie nobili, stanche delle ingiustizie subite da parte dei catalani e gelose dei privilegi a lui riservati. Anche i suoi stessi fratelli non lo amano: il papa lo...