UNA STORIA D'ITALIA RACCONTATA AL CINEMA (I QUADERNI DI MICROCINEMA Vol. 4)

Compra su Amazon

UNA STORIA D'ITALIA RACCONTATA AL CINEMA (I QUADERNI DI MICROCINEMA Vol. 4)
Autore
ROBERTO BASSANO
Editore
MICROCINEMA SPA
Pubblicazione
16 novembre 2014
Categorie
Anche quest’anno Microcinema non poteva mancare al suo ormai abituale appuntamento editoriale, tanto più che l’occasione delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia era davvero ghiotta. Sì perché il cinema italiano, nei suoi tanti, straordinari passaggi, non è solo una rappresentazione dinamica dell’Italia e degli italiani nel loro variegato e talora variopinto divenire, ma è anche – va detto con chiarezza non meno che con legittimo orgoglio – una componente primaria, essenziale dell’intera storia universale del cinema. Straordinari registi, sceneggiatori eccelsi, grandissimi attori, fotografi e costumisti al vertice di ogni possibile classifica, musicisti indimenticabili, coraggio imprenditoriale e, non da ultimo, tantissimi spettatori ovunque hanno sempre rappresentato un indiscusso punto di forza della presenza italiana nel mondo.

Il libro che Microcinema offre quest’anno ai suoi lettori propone una scelta dei film più significativi che hanno caratterizzato l’evoluzione della storia d’Italia, di quei film che più hanno segnato il passo e il tempo di una storia complessivamente di grande progresso, che hanno con più incisività annotato il mutamento.

Una scelta certamente di parte, ma crediamo anche di poter dire serena e ampiamente dibattuta, perfino “necessaria” come scrive l’Autore nella sua Premessa, una scelta comunque aperta al contributo tanto critico che propositivo di tutti. E sappiamo fin da ora che ci siamo per certo dimenticati di qualche film importante, importantissimo per la storia del nostro cinema: ne facciamo preventiva ammenda. Ciò che comunque emerge da questa sintetica retrospettiva è un quadro di assoluta originalità, di fantastica creatività, di grande qualità nel raccontare le nostre micro e macro storie, di rappresentarci tutti, nel nostro ora veloce ora lento cambiare, negli strappi e nelle mollezze, nei nostri tanti difetti e nelle nostre non piccole qualità, nei periodi di crescita economica e in quelli di depressione morale, nelle nostre realizzazioni e nelle nostre speranze deluse. Insomma nel bene e nel male, per ciò che siamo stati e per ciò che siamo qui e adesso. E noi italiani siamo stati e siamo tanti, non solo come numero, ma vorrei dire proprio come diversità biologica, con i nostri infiniti caratteri, molti davvero unici al mondo, belli e brutti, simpatici e odiosi, virtuosi e viziosi, miserabili e generosi.

Dobbiamo anche confessare che nel fare questa carrellata ci siamo proprio divertiti, abbiamo sorriso e discusso, abbiamo ricordato e siamo andati a controllare, abbiamo condiviso e approfondito, abbiamo rivissuto quei momenti e li abbiamo riletti col senno del poi. E nel ripercorrerli ci siamo sentiti anche un po’ orgogliosi di quello che ha fatto e ha dato il nostro cinema, a noi italiani, di ogni età, e non solo a noi.

Ma ora è tempo di dar conto del non casuale esergo che abbiamo premesso a questo volume. Non è certo una riscoperta, anzi, al contrario: è l'ennesima ripetizione della ormai celeberrima, usatissima, imperdibile parte finale di quella frase di struggente bellezza, che chiude la scena madre di un grandissimo film: “…E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di morire”.

E qual è il contrappasso che dà ragione di una scelta così poco originale e, al contempo, così triste? La verità è che quella dolorosa certezza di morte sublimata, magistralmente interpretata da Rutger Hauer nel ruolo del principe dei replicanti ribelli, non è solo parte del mondo futuribile e lontano disegnato dal genio di Ridley Scott, ma è proprio un tema del nostro cinema di oggi.

Questo libro cerca di offrirvi una possibile lettura della nostra storia percorsa con gli occhi del nostro cinema e nel far questo avrà ampio modo di darvi conto di grandi realizzazioni: artistiche, culturali e anche industriali. Ebbene oggi proprio questa così gloriosa tradizione, questo modo di fare e diffondere film, è in grave, gravissimo pericolo, anzi: (...)

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di ROBERTO BASSANO

INFINITI MONDI (I QUADERNI DI MICROCINEMA Vol. 5)

INFINITI MONDI (I QUADERNI DI MICROCINEMA Vol. 5) di

Con la pubblicazione di questo quaderno siamo arrivati al nostro quinto appuntamento editoriale, diventato ormai, non solo una consuetudine, ma piuttosto un vero e proprio appuntamento con un pubblico assai vasto. Benvenuti quindi, cari Lettori, tra le pagine di Infiniti mondi, una breve storia tascabile del cinema di fantascienza raccontata da Microcinema. Lo scorso anno avevamo dedicato la...