La Compagnia della morte

Compra su Amazon

La Compagnia della morte
Autore
Alfredo Colitto
Editore
EDIZIONI PIEMME
Pubblicazione
21 ottobre 2014
Categorie
Napoli, 14 agosto 1655. Il caldo torrido del pomeriggio non dà pace alle vie affollate della città, ma il pittore Sebastiano Filieri non può restarsene tra le fresche mura della cappella di Palazzo Agliaro, dove sta dipingendo un ciclo di affreschi. Lo attende un compito difficile: dire addio a Maria, la sorella di sua moglie Angela, l'ultimo affetto che gli resta della sua famiglia decimata. Mentre Sebastiano è al suo capezzale, la donna pronuncia poche parole: un delirio, all'apparenza, ma a lui rivelano una verità che cercava da anni. La verità sulla morte di Angela. Quelle parole lo riportano ai tragici giorni della rivolta di Masaniello, quando era entrato nella Compagnia della Morte, una società segreta di pittori che durante la notte cercavano e assalivano i soldati spagnoli nelle vie di Napoli, per testimoniare con la spada che la loro città mai si sarebbe rassegnata al dominio straniero. Ma una notte, di ritorno da una missione, Sebastiano aveva trovato la moglie e la figlia crudelmente assassinate, da una persona che ormai era già morta. Distrutto dal dolore, aveva lasciato la Compagnia. Ora, però, accanto a Maria, morente, comprende che il colpevole è un altro, e che la vendetta è ancora possibile. CONTIENE UN'ANTEPRIMA del nuovo romanzo dell'autore, PESTE.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Alfredo Colitto

La sfida

La sfida di

Perdere la vita da giovani è uno spreco troppo grave, troppo amaro, perché sia per nulla. Così pensa Leone Baiamonte, giovane nobile più di cuore e intelletto che di rango, costretto dal potente Giuseppe Carafa della Stadera a un duello che ha tutto di pretestuoso e nulla di sensato. Non riuscendo a sopportare di essere stato battuto nella sala d'armi, il giovane Carafa pretende infatti la...

La porta del paradiso (Storica)

La porta del paradiso (Storica) di

Napoli, 1637. Primogenito di una nobile famiglia, Leone Baiamonte ha ventitré anni e la spavalderia di chi può vivere senza dover lavorare. A differenza del padre, astronomo dilettante dedito solo allo studio, Leone non è privo di senso pratico e di iniziativa. Ma il giorno in cui scopre che la sua famiglia è finita nelle mani di Giorgio Terrasecca, un usuraio senza scrupoli, è troppo...

Peste

Peste di

Napoli, 1655. Varcando la soglia di palazzo Guzmán con la sua famiglia di saltimbanchi, per intrattenere gli ospiti del conte, Cecilia non immaginava che la sua vita sarebbe cambiata per sempre. Dopo aver ricevuto gli applausi divertiti degli astanti, si ritrova nel parco del palazzo e assiste, impotente e terrorizzata, a un incontro segreto. Il conte Guzmán e un altro uomo stanno parlando...

Brevetto di morte

Brevetto di morte di

Gli effetti dell'anestesia stanno svanendo lentamente e nel torpore postoperatorio Mara Bosco quasi non sente dolore quando la lama del bisturi le taglia la gola e la uccide. A Villa Claudia, prestigiosa clinica bolognese, il principale indiziato dell'omicidio è il medico Luciano Giorgi, che aveva in cura la paziente e che invano cerca di nascondere la sua relazione con lei all'ispettore...