Vendetta

Compra su Amazon

Vendetta
Autore
Pierluigi Curcio
Editore
Infilaindiana Edizioni
Pubblicazione
5 settembre 2014
Categorie
“Noi siamo i Visionari, ci chiamano Aedi, Bardi… Scrittori. Noi non inventiamo, noi non creiamo. Noi ascoltiamo gli echi del grande canto dell’universo.”

Vendetta di Pierluigi Curcio, ambientato nella Britannia del V secolo dopo Cristo, catapulta il lettore nelle vicende storico-politiche che segnarono il cruciale passaggio nell'isola dalla dominazione romana all'invasione dei sassoni. Il contesto è ancora quello, sospeso tra storia e leggenda, comune alla Stirpe dei re, che dal “mitico” sovrano Vortigern conduce sino al famoso re Artù. La narrazione procede attraverso una serie di diari che si concatenano in un vortice di sentimenti e passioni fino a condurre il lettore all’epilogo. In un mix perfetto di azione e momenti di riflessione il testo ruota intorno al desiderio di vendetta che, in varie forme, segna il destino dei protagonisti.

“In quegli istanti sorse l’alba, secondo alcuni, passaggio tra la morte e la vita e, in quegli ultimi istanti, io li vidi. Vidi i morti danzare coi vivi nei lampi di spade.”


Pierluigi Curcio nasce a Crotone nel 1972. Scrive e pubblica racconti e romanzi a sfondo storico, western e con ambientazione paranormale. Si è già aggiudicato diversi premi letterari tra i quali ricordiamo: il primo premio internazionale letterario di narrativa e poesia Borgo Ligure nella sezione “letteratura inedita” con Artorius; il primo premio al Massa Città Fiabesca di Mare e di Marmo nel 2010; il primo premio al concorso nazionale di poesia e narrativa L’Arma e le sue donne nel 2011; il primo premio al Cerchio di Pietre prima e seconda edizione nel 2013-2014; il premio giuria lettori al Graziella Mirisola... donne del nostro sud fra passato e presente nel 2014. Ama leggere e collezionare miniature romano-medievali e, nel tempo libero, viaggiare tra siti archeologici e castelli.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Pierluigi Curcio

Legàmi

Legàmi di

Quattordici racconti sul paranormale: La stalla del diavolo - Torrechiara - L'eredità - Chupacabras - Bachelor's Grove - Il figlio del sole - Oliver - Via dei Medici n°5 - Deja vu - William Wallace - Medium - Sacro Loco - Maria D'Avalos - Legàmi. Un mix di horror, leggenda, amore, solitudine e speranza.

La grancia del diavolo

La grancia del diavolo di

Per Ferdy rivedere Arthur tra i partecipanti del gruppo di ricerca sulle apparizioni paranormali che infestano il Castello della Rotta, è un duro colpo che le sconvolgerà la vita. Arthur, lui non ha dubbi, l’amava prima e l’ama ancora. Non sanno nulla del sangue che macchia l’altare nella cappella, né di un’antica evocazione interrotta. Il professor Rigo e i suoi assistenti, quanto...

Il Canto dell'aquila

Il Canto dell'aquila di

Il canto dell'aquila. Wild west. Amanda. Tre racconti concatenati in un susseguirsi di avventura, amori e pallottole. Un vecchio detective della Pinkerton. Uno sceriffo nelle cui vene scorre il sangue dei Farrell. Un ragazzo il cui sogno è vivere nella selvaggia frontiera americana. Tutti con una missione da compiere. Ognuno con una donna nel cuore.

PRODITOR: Il traditore

PRODITOR: Il traditore di

Croto, 167 d.C. Quando il piccolo Munio si allontana alla ricerca di un medico per la sorellina Scilla, non sa di aver dato l’ultimo saluto a tutto ciò che amava e conosceva. Schiavo, fuggiasco, soldato: abbrutito dal male ricevuto e inflitto, crede di trovare nella marcomanna Snezana la scintilla che lo porterà sulla via del riscatto, ma Snezana lo odia, perché quando l'uomo ha fatto...

Il prezzo dell'odio

Il prezzo dell'odio di

“Noi siamo i Visionari, ci chiamano aedi, bardi… scrittori. Noi non inventiamo, noi non creiamo. Noi ascoltiamo gli echi del grande canto dell’universo.” Già edito col titolo di "Vendetta", questa è la quarta edizione del romanzo. «Non obbligherò nessuno a seguire la mia strada», risposi rabbioso mentre tentavo di rimettermi in piedi. «Lo hai già fatto».

La stirpe dei re

La stirpe dei re di

“Una radura: sempre la stessa. Un altro tempo. Altri uomini. Caledfwlch nella pietra incastonata resta in attesa della mano per cui fu forgiata. La stessa. Nessun’altra.”