La morale di Pietra: ROMANZO

Quando un fatto di gravità inaudita colpisce ognuno di noi, veniamo travolti dalle reazioni più disparate; spesso si dimentica che essere donna aggiunge difficoltà in più ed esserlo nel secondo dopo guerra in Italia, creava condizioni disperate.

E' l'istinto di sopravvivenza a far muovere Pietra per continuare a vivere, ma a che prezzo? Il più alto che si possa pagare: se stessi.

Rinnegare tutto ciò che era, tutti i pensieri, i valori, può consentirle di continuare a vivere, ma certamente non è più la sua vita. E' quella di un altro, di uno sconosciuto che a tratti si prende gioco di lei, la sbeffeggia, la umilia.

Farcela a tutti i costi può non essere una vittoria o - quanto meno - rivelarsi una riuscita miserevole

Pietra ce la mette tutta, deve vendicarsi della vita beffarda, delle calunnie altrui, del destino che le è stato imposto.



L'amarezza è mitigata da un solo pensiero:

Se non concedi nulla,

nulla avrai in cambio.

Nessuna attenuante per le cause.



C'è una speranza, dunque, se non ci si chiude in se stessi, se non ci si isola dal mondo e dagli altri, ma si condivide il proprio dolore. Ha giustamente combattuto, nel modo peggiore, però, rinnegando anche gli affetti più cari.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Monica Caira Monticelli

Il labile confine

Il labile confine di

Una pediatra in carriera divisa tra lavoro e famiglia, affannata e appagata da una vita impegnativa ma serena. Un ladro maldestro e il suo compare un po’ tonto impegnati a ripulire con metodo le case borghesi di una tranquilla cittadina laziale. Vite diverse e senza apparenti contatti che casualmente si incrociano, si sfiorano, percorrono insieme il labile confine tra bene e male. Se lo...