I tre re (indies g&a)

Poco più di duemila anni fa, nei cieli stellati del Vicino Oriente, si compie un evento di grande portata: Marte, Giove e Saturno si allineano nella Casa dei Pesci. Preoccupati, i Re di Nubia, Saba ed Egriseula riuniscono astrologi, maghi e incantatori per capire quali conseguenze l'allineamento potrà avere sulle maree e sul clima. Il confronto serrato tra l'astronomo Yama e lo stregone Baalam non fa che aumentare l'incertezza sulle misure da prendere. Balaam, infatti, ha scorto nei cieli una stella sciamata e ha avuto la visione di una croce e di un bambino portatore di cattivi presagi. I Tre re, Caspar, Balthazar e Melchior, decidono dunque di rivolgersi a Erode, crudele sovrano della Giudea, l'unico in grado di sbrogliare l'intricata matassa. E le parole di Erode saranno inequivocabili:

"Darò ordini precisi. Le Guardie Nere si metteranno in azione al sorgere del sole. Raggiungeranno nella giornata di domani Bethlehem e i villaggi circostanti. Rastrelleranno la zona, perquisiranno tutte le abitazioni e interverranno ovunque ci siano bambini sotto i due anni. L’operazione avrà un nome in codice. Si chiamerà Strage degli Innocenti e sarà chiusa in ventiquattro, massimo quarantotto ore. Entro una settimana da oggi nessuno sentirà più parlare di questa storia del Bambino.”
Tra banchetti faraonici, combattimenti all'ultimo sangue, corse all'ippodromo e antichi palazzi del piacere, i Tre Re cercano di lasciare dunque il loro segno nella storia, ma il destino è beffardo e il diavolo, si sa, si annida nei dettagli.
Un romanzo storico-fantastico, insieme irriverente e rispettoso, che contribuisce a guardare con occhi diversi i Re Magi e a rivalutare la controversa figura di Erode il Grande.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo