L'ultimo segreto di Roma (Saggi)

All’inizio del VI secolo dopo Cristo, sullo sfondo di un’Europa in balìa delle invasioni barbariche e del disfacimento dell’Impero romano d’Occidente, il monaco Martinus deve intraprendere un pericoloso viaggio attraverso la Gallia per raggiungere la lontana Britannia. Fatto prigioniero dagli oscuri uomini del Nord e costretto in schiavitù nelle brumose terre di quel popolo, cercherà di tornare in patria, ma la sorte avversa lo condurrà presso lidi lontani. È l’inizio di una lunga avventura che, tra pericoli di ogni sorta, morte e distruzione ma anche amore e passione, lo trascinerà in un’incredibile odissea sempre più a Occidente, verso terre ignote.
Partendo da un recente ritrovamento archeologico (un castrum romano risalente al VI secolo dopo Cristo affiorato dalle acque di un lago canadese), L’ultimo segreto di Roma narra del tormentato cammino di un uomo vissuto in un’epoca ancora ricca di mistero.
Massimo Sacco (1956) è laureato in Lingue e letterature straniere moderne e direttore tecnico di una struttura per disabili. Sposato, ha una figlia di diciassette anni. Vive a Genova. L’ultimo segreto di Roma è il suo primo romanzo.

«A poche decine di metri, tre navi di foggia sconosciuta
cariche di guerrieri che brandivano asce e uncini,
si stavano dirigendo a gran velocità verso di noi.
Avevano alte prore intagliate con teste di drago,
una grande vela quadra centrale
e una fila di remi a pelo d’acqua.
In breve si scatenò l’inferno».

«Una cosa era ormai del tutto evidente:
Martinus il monaco non esisteva più.
Esisteva solo l’uomo Martinus che, innanzi tutto,
doveva fare in modo di sopravvivere.
L’essere monaco apparteneva a un passato
che probabilmente non sarebbe ritornato».

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli