Il Naufrago di Durness

Compra su Amazon

Il Naufrago di Durness
Autore
Maurizio Abita
Pubblicazione
16 febbraio 2013
Categorie
Settembre 1056, la coste del Sutherland scozzese sono flagellate da una tremenda tempesta di eccezionale violenza che dura per ben quattro giorni provocando lutti e ingenti danni alla già povera economia di quei territori. Il piccolo borgo di Durness risulta essere uno dei più colpiti. Il villaggio è sotto la guida di sir Duglass McCallum che è anche il capo dell’omonimo clan che dopo la salita al trono di re Macbeth aveva dovuto abbandonare i suoi territori di origine nell’Argyl, regione a sud della Scozia, per sfuggire alle faide che i seguaci del nuovo re avevano scatenato in tutto il paese contro i fedeli di re Duncan, deposto ed ucciso dallo stesso Macbeth, e raggiungere il Nord per porsi sotto la protezione dei Norvegesi al cui regno quei territori appartenevano. Per cercare di allontanare lo spettro della fame che incombeva sul borgo all’approssimarsi dell’inverno, sir Duglass organizza una serie di interventi per rimediare al meglio possibile ai danni subiti. Durante una ricerca fra i relitti di una nave saracena che per caso si trovava ad incrociare in quelle acque, gettati a terra dal mare in tempesta viene ritrovato un giovane schiavo in fin di vita. Portato a Durness, grazie alle amorevoli ed assidue cure di lady Rowanna e di Rona, rispettivamente moglie e figlia di sir Duglass, ed alla esperienza medica di fratello Hoggs, il prete del borgo,il naufrago riesce a salvarsi. Dopo essersi ristabilito il giovane, il cui nome è Riccardo e viene da Lauria in Italia, grazie alla collaborazione del frate, riesce a stabilire i primi contatti con i suoi salvatori, inizia ad impararne la lingua e trova lavoro come stalliere presso la famiglia che lo aveva salvato. Il giovane si rivela una persona educata e disponibile ed in breve riesce ad inserirsi e a farsi voler bene da tutti gli abitanti del borgo, tuttavia proprio la sua educazione e la sua cultura fanno nascere in Coner, il primogenito di sir Duglass, il sospetto che Riccardo nasconda qualcosa. Tuttavia, nonostante i suoi sospetti, l’higlander non può fare a meno di provare per il giovane un’istintiva simpatia. I sospetti di Coner sono comunque fondati poiché Riccardo non è veramente uno stalliere, ma un valoroso capitano che aveva già ricoperto, nonostante la sua giovane età, incarichi di comando e discendente da una stirpe di soldati, la cui origine risaliva fino alle guerre Puniche, che tentava di approfittare di quella nuova vita per sfuggire al suo sanguinoso destino e vivere una vita tranquilla senza battaglie e sangue dopo aver provato schiavitù e sofferenza . Intanto fra lui e la bella ma scostante Rona è nato un sentimento che i due giovani, per diverse ragioni, tenteranno di respingere con tutte le loro forze riuscendo però a renderlo solo più forte e profondo. Sarà proprio questo amore che cambierà i due giovani e costringerà Riccardo, quando gli avvenimenti gli prenderanno la mano, a non opporsi più al suo destino. Per Riccardo ora si apre realmente una nuova vita in seno ad una nuova famiglia ed una nuova patria che lo porterà ad non solo ad affrontare nuove avventure e nuovi pericoli, ma anche verso nuova gloria e nuovi onori. In Scozia, però, c’è la guerra e Riccardo, ormai chiamato da tutti Richard, marcerà al seguito dei McCallum su Lumphanan per combattere a fianco di re Malcom. Durante questa battaglia lui ed il suo nuovo ed inseparabile amico Ethan mac Duff, a capo di un gruppo di soldati ricopriranno un ruolo determinante che porterà alla vittoria finale ed alla uccisione di Macbeth. Poche ore dopo, però, sir Duglass, essendo stato reintegrato dal nuovo sovrano nei vecchi possedimenti nell’Argyl, si vede costretto a mettere insieme una piccola spedizione armata al fine di cacciare Duncan mac Gregor dalle sue terre ed il cui comando viene affidato a Coner e Richard. Duncan mac Gregor, infatti, è la persona alla quale re Macbeth aveva affidato l’amministrazione di quei territori per conto della corona, ma che il nobile stava razziando per conto

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli