I figli della libertà: Le cronache di Braveheart

Compra su Amazon

I figli della libertà: Le cronache di Braveheart
Autore
Jack Whyte
Editore
EDIZIONI PIEMME
Pubblicazione
2 ottobre 2012
Categorie
"Noi possediamo le terre in cui viviamo. E finché Dio stesso non ci caccerà, avremo il nostro orgoglio, la nostra integrità di uomini e la nostra libertà. Per tutto questo vale la pena combattere." Scozia, 1285. Il giovane William Wallace è in fuga dalle terre di Carrick con il cugino James dopo il barbaro massacro della sua famiglia a opera di alcuni inglesi. È pomeriggio inoltrato, l'ora in cui il sole allunga le ombre sui pendii delle colline, quando il valoroso arciere Ewan Scrymgeour, un tempo al servizio di Edoardo d'Inghilterra, lo salva dalle insidie della foresta e ne diventa tutore e maestro. Il segreto desiderio di William è però quello di vendicare il torto subito: abbandona gli studi e si dedica interamente alla disciplina del tiro con l'arco, sotto la preziosa guida di Ewan. Carattere ostinato, straordinario valore e un temperamento di rara e incondizionata forza lasciano intravedere il glorioso destino che lo attende. Ingiustamente ricercato come fuorilegge, William raduna nel cuore della foresta di Selkirk, nel sud della Scozia, le prime vittime della crescente prepotenza inglese, che, nel nome di un fittizio accordo tra corone e false promesse scambiate tra sovrani, mira a occupare e sottomettere, tra presagi e venti di guerra, l'intera nazione. Da quelle terre selvagge del sud inesplorato muoverà il destino di Wallace, orgoglioso e ribelle, costretto a diventare eroe, simbolo e guida di un popolo verso la libertà.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Jack Whyte

La pietra del cielo (Bestseller Vol. 149)

La pietra del cielo (Bestseller Vol. 149) di

Britannia, IV secolo. Dopo aver combattuto nelle fila romane per difendere la sua terra dagli invasori barbari, Gaio Publio Varro lascia l'esercito e torna all'antica professione dei suoi avi: il fabbro. Attraverso mille vicissitudini, giungerà a recuperare dalle profondità di un lago le pietre misteriose con cui forgiare una spada senza eguali: Excalibur. In essa è inscritto il destino di...

La stirpe dell'aquila (Bestseller Vol. 239)

La stirpe dell'aquila (Bestseller Vol. 239) di

Il destino di Camelot e dell'intera nazione britannica è saldamente nelle mani di due valorosi e leali condottieri. Ma nubi minacciose si prospettano all'orizzonte, e Uther e Merlino sono chiamati a nuove e più insidiose prove. Il terzo, imperdibile episodio della saga che ha conquistato milioni di lettori nel mondo.

La spada che canta (Bestseller Vol. 168)

La spada che canta (Bestseller Vol. 168) di

V secolo. Nella Britannia invasa dalle genti del Nord, mentre l'impero di Roma diventa sempre più fragile, Gaio Publio Varro, ex ufficiale dell'esercito, sa di dover ancora una volta lottare strenuamente perché la sua terra e la sua gente non soccombano alla barbarie. E per gettare le fondamenta di un regno destinato a diventare leggenda: quello di Camelot.

Il sogno di Merlino (Piemme mini pocket)

Il sogno di Merlino (Piemme mini pocket) di

Britannia, V secolo. Congiure e tradimenti minacciano il piccolo Artù. In una terra spesso troppo fredda e ostile, spetta a Merlino il compito di difenderlo e trovare un luogo sicuro dove possa crescere e ricevere l'educazione che spetta ai re.

Il forte sul fiume (Piemme mini pocket)

Il forte sul fiume (Piemme mini pocket) di

Nelle fredde lande del Nord, lontani dalla loro patria, Merlino e Artù rispondono al richiamo di un destino di straordinaria grandezza. Non è ancora il tempo di combattere, ma quando il momento arriverà, le loro gesta saranno scolpite nella memoria.

Le porte di Camelot (Piemme mini pocket)

Le porte di Camelot (Piemme mini pocket) di

Diviso tra gli splendori di Camelot e la Cambria, terra di druidi e tradizioni guerriere, Uther abbandonerà presto i giochi spensierati di fanciullo, perché più grandi imprese il destino ha in serbo per lui.