Il Violino di Galileo

Compra su Amazon

Il Violino di Galileo
Autore
Roberto Villa
Pubblicazione
26 gennaio 2012
Categorie
C’è un uomo che nella seconda metà del Seicento a Milano fa molto parlare di sé: autoproclamatosi Prochristus del Nuovo Regno, è condannato per eresia e fugge all’estero, dove è apprezzato per le sue doti di alchimista e di guaritore; acciuffato da agenti del Regno Pontificio mentre sta fuggendo sulla rotta di Istanbul, è segregato nelle carceri romane di Castel Sant’Angelo, dalle quali esce solamente per curare ecclesiastici e personaggi importanti e dove finisce la sua esistenza.
Ma nella sua vita ha gettato tanti semi, alcuni di questi germogliano e perseverano nella costruzione di una società diversa, dove non siano intrighi e complotti a dettare la strada ma amore e fratellanza. Sembra un sogno, qualcuno l’ha già realizzato nel cuore dell’Europa; gli allievi del Prochristus, scampati all’arresto, non esitano a divenire parte di quell’esperienza.
Il potente però non ama che venga messa in discussione la propria autorità: chiunque si azzardi saggerà quanto è aspra la scelta della libertà. La volontà del più forte viene imposta con il ferro, il fuoco, la rapina, lo stupro; nella fratellanza dei puri di cuore e dei miti non c’è posto per la violenza, nessuno reagisce.
Tranne alcuni.
Sono i discepoli del Prochristus.
Chi ha frantumato la società dell’armonia pagherà con il sangue.
Tutta la sofferenza causata verrà restituita. Goccia a goccia.
Milano, Madrid, l’intera Europa cattolica tremino.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli