Via dalla trincea: I ponti della Delizia

Compra su Amazon

Via dalla trincea: I ponti della Delizia
Autore
Guido Cervo
Editore
EDIZIONI PIEMME
Pubblicazione
24 maggio 2011
Categorie
Nella notte tra il 23 e 24 ottobre 1917, sull'esercito appostato sul fronte di Caporetto si abbatte l'inferno. Gli austro-ungarici, col rinforzo di truppe germaniche, travolgono in poche ore le truppe italiane, stanche e demotivate dopo quasi tre anni di sanguinose e vane battaglie. In breve, la parola che in principio si osava appena sussurrare si fa evidenza: disfatta. Abbandonati a loro stessi dai generali, i soldati allo sbando attraversano il Friuli sconvolto. I civili, impauriti dall'avanzata del nemico e dall'amaro spettacolo di un'armata sconfitta, sono andati a ingrossare la triste colonna dei soldati in ritirata. Tra questi, c'è anche il sergente Tarcisio Angeretti, contadino bergamasco prestato controvoglia alle armi. Come del resto molti dei suoi commilitoni, mandati a combattere - e a morire - per ragioni che nessuno di loro comprende. Tranne forse Libero Santini, il socialista del battaglione, che la sa lunga su deboli e potenti; ma è pericoloso starlo a sentire. Tra episodi di viltà e sopraffazione, razzie e violenze, ma anche di grande generosità e amicizia, la strada di Tarcisio si incrocia con quella di altri militari, non solo eroi e non solo vigliacchi, e di civili. Come la "Bertini", donna perduta che nasconde nel cuore una pena segreta. O Ersilia, giovane e coraggiosa vedova di guerra, decisa a tutto pur di portare in salvo la piccola Anita, l'orfana ribelle, inseparabile dal suo orsacchiotto di pezza. Mentre gli Arditi, sbeffeggiando chi si ritira, vanno incontro al nemico al canto di "giovinezza, giovinezza, primavera di bellezza", per gli altri l'unica possibilità di sfuggire alla morte o alla prigionia è raggiungere i ponti sul Tagliamento, e attraversarli prima che l'esercito li faccia saltare, in un estremo tentativo di fermare l'invasione. Non tutti arriveranno in tempo

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Guido Cervo

La setta dei mantelli neri: Il Teutone

La setta dei mantelli neri: Il Teutone di

Secolo XIII. Il destino di Eustachius von Felben, cavaliere dell'Ordine Teutonico, sembra essere sempre la battaglia. Dopo il suo ritorno in Prussia dalla Terrasanta, si è trovato subito coinvolto nella repressione della sanguinosa rivolta delle popolazioni indigene, che rivendicano la loro libertà e, fedeli ad ancestrali tradizioni, rifiutano la conversione al Cristianesimo: è una lotta crudel...

Il segno di Attila (Bestseller Vol. 93)

Il segno di Attila (Bestseller Vol. 93) di

"Erano mille voci e rumori diversi; era, in una parola, il respiro dell'immensa armata di Attila." 451 d.C. Al culmine di un'atroce guerra nelle Gallie, dove saccheggi, violenze e massacri avevano fatto terra bruciata, Unni e Romani, affiancati dai rispettivi alleati, sono giunti alla resa dei conti. Decine di migliaia di uomini si fronteggiano nella fatale piana dei Campi Catalaunici, in un co...

La battaglia sul lago ghiacciato

La battaglia sul lago ghiacciato di

Secolo XIII. Eustachius von Felben non aveva mai vacillato. In Terrasanta, dove aveva combattuto per vent'anni, sapeva con certezza quale fosse il suo compito di cavaliere dell'Ordine Teutonico. Difendere la Croce con la sua spada. Diffondere il vero Credo tra gli infedeli. Ma ora che è tornato in Prussia, sede del suo Ordine, sente nascere nell'animo un'inquietudine insopprimibile. La sua miss...

Il centurione di Augusto (Bestseller)

Il centurione di Augusto (Bestseller) di

In un romanzo storico di grande suggestione, la ricostruzione di uno degli episodi più drammatici nella storia dell'Impero: la disfataa di Teutoburgo.

La croce perduta: Il teutone

La croce perduta: Il teutone di

È il 1241. Dalle steppe dell'Est un'ondata di uomini dilaga nel centro dell'Europa. Sono assetati di sangue e saccheggi, una fama di crudeltà ed efferatezza li precede. Sono Tartari, un nome ormai sinonimo di terrore. Le forze cristiane chiamate a raccolta dal duca di Slesia, Enrico il Pio, li considerano selvaggi. Pagheranno caro lo sprezzo. Nella battaglia di Liegnitz, l'esercito viene annien...

L'aquila sul Nilo (Bestseller Vol. 197)

L'aquila sul Nilo (Bestseller Vol. 197) di

61 d.C. Il Centurione della Guardia Pretoriana lascia scorrere lo sguardo sulla desolante distesa di sabbia che gli si apre davanti. Alle sue spalle, una carovana che conta una cinquantina tra militari, servi e uomini di studio. Lasciata la fortezza di Seyne, estremo avamposto dell'Impero di Roma, sono in viaggio da più di un mese nel misterioso regno di Nubia. Ufficialmente il loro compito è t...