Il tempo ad Acquascura

Quel pomeriggio lontano, dopo aver varcato il confine proibito della Casa del Matto, laggiù in fondo alla radura qualcosa di luccicante aveva attirato la nostra attenzione. Cosa ci facevano il Don e Melinda parcheggiati all'ombra degli ontani?
E quell'ombra in fondo agli occhi di zia Marta, perchè continuava a velarle lo sguardo come una macchia indelebile che affiorava dall'angolo segreto della sua umiliazione?
Il tempo mi stava riportando nelle strade assonnate di Acquascura e, man mano mi addentravo nel passato, in un paese devastato dalla forza rabbiosa del fiume, una luce si accendeva sui segreti di ognuno di loro, mettendo a nudo la dualità della potenza dell'amore che innalza e, talvolta, distrugge le nostre esistenze.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli