Maria Giulia che divenne Fatima

Maria Giulia Sergio è la prima jihadista italiana a essersi unita all’Isis. Dietro il suo niqab nero, si cela una ventottenne originaria di Torre del Greco. Prima di sposare un albanese e partire per la Siria, ha intrapreso un profondo percorso di radicalizzazione. Ma come è stato possibile che Maria Giulia sia diventata Fatima az Zahra? Che cosa ha spinto una ragazza, nata e cresciuta in Italia, che nulla ha a che fare con il Medio Oriente, a partire per una zona di guerra come la Siria? Quale molla è scattata nella mente dei suoi familiari, anch’essi convertiti e decisi a trasferirsi nel Califfato? La vicenda della protagonista è intrecciata con quella di altri profili femminili: in testa la maestra Bushra, che la spinge in trappola come una mosca nella ragnatela, trasformandola da recluta in reclutatrice. Ma anche la madre Assunta, in bilico tra il desiderio di una vita migliore e la tentazione di cedere alle lusinghe della figlia, e la sorella Marianna, scontenta della sua vita e pronta a emulare Maria Giulia per sposare un miliziano. Questo libro, nato dal colloquio che l’autrice ha avuto via Skype con la giovane ricercata per terrorismo, rivela fatti e circostanze inediti: una chiave per comprendere il fenomeno dei foreign fighters e meglio interpretare il periodo storico che stiamo attraversando.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Marta Serafini

Il primo cittadino

Il primo cittadino di

Il 21 maggio del 2012, per la prima volta un rappresentante del Movimento 5 Stelle diventa sindaco di una città italiana. Parma, città segnata da scandali che avevano lasciato un segno profondo e una grossa crisi sia economica sia di identità, volta pagina e diventa un piccolo laboratorio di un nuovo modo di fare politica. A ottenere questo risultato storico è Federico Pizzarotti, personaggio...