Il male italiano: Liberarsi dalla corruzione per cambiare il Paese (Saggi italiani)

Compra su Amazon

Il male italiano: Liberarsi dalla corruzione per cambiare il Paese (Saggi italiani)
Autore
Raffaele Cantone
Editore
Rizzoli
Pubblicazione
19 marzo 2015
Categorie
Per troppo tempo gli italiani si sono rassegnati a una rete di malaffare che avvinghia e soffoca tutte le forze del Paese: la politica, l’imprenditoria, gli uffici pubblici, fino a minare le fondamenta della vita civile. È un sistema paralizzato, dove le bustarelle sono l’unico metodo per sbloccare una pratica o conquistare un appalto, che inghiotte le risorse necessarie per far ripartire l’economia e non dà spazio alle energie positive. Un meccanismo che è diventato insostenibile e va combattuto introducendo nella società gli anticorpi che riconsegnino ai cittadini la fiducia in un futuro senza mazzette n? intrallazzi, dove i meriti e le capacità riescano ad affermarsi.
In questo libro il presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone e il giornalista Gianluca Di Feo, ripercorrendo le vicende del Mose di Venezia, dell’Expo di Milano e di Mafia Capitale a Roma, si confrontano per individuare i problemi chiave del nostro Paese e per suggerire delle soluzioni. Per lasciarsi alle spalle l’Italia delle tangenti occorre una rivoluzione culturale che, come suggerisce Cantone, non deve aver paura di far piazza pulita, perché il tempo stringe e “bisogna cogliere ogni occasione per dare un segnale forte: cambiare gli uomini e innovare le strutture, per dimostrare concretamente che siamo capaci di intervenire e sanare le ferite”.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Raffaele Cantone

Solo per giustizia: Vita di un magistrato contro la camorra (Piccola biblioteca oscar Vol. 651)

Solo per giustizia: Vita di un magistrato contro la camorra (Piccola biblioteca oscar Vol. 651) di

Raffaele Cantone, magistrato napoletano dell'antimafia, ripercorre in queste pagine la propria esperienza e ci mostra come un bravo studente di Giurisprudenza che voleva fare l'avvocato sia finito per diventare il nemico numero uno dei boss di Mondragone e Casal di Principe. Non per una sorta di vocazione missionaria, ma tramite un percorso graduale e, talvolta, persino casuale, dove però...

Football clan: Perché il calcio è diventato lo sport più amato dalle mafie (Best BUR)

Football clan: Perché il calcio è diventato lo sport più amato dalle mafie (Best BUR) di

Partite combinate, scommesse clandestine, merchandising tarocco, appalti sugli stadi, incontri tra boss e giocatori: quello tra calcio e criminalità organizzata è un rapporto sedimentato da decenni, una questione di affari e di potere che getta un’ombra inquietante sul mondo del pallone. In un’inchiesta impietosa che unisce l’esperienza del magistrato e lo scrupolo del cronista, Cantone...