Lampi sull'EUR. Il CMC ed il delitto Pasolini

Compra su Amazon

Lampi sull'EUR. Il CMC ed il delitto Pasolini
Autore
Michele Metta
Editore
Michele Metta
Pubblicazione
29 dicembre 2014
Categorie
Quest’opera s’avvale del prezioso contributo delle carte, personalmente affidatemi nella loro totalità dal magistrato Vincenzo Calia, del procedimento penale da lui mosso per accertare la verità sull’uccisione d’Enrico Mattei. Tali carte sono state qui incrociate con i documenti societari del CMC-Permindex, da me finalmente reperiti, e mostrati per la prima volta al Mondo.



Nel 1958, all'EUR, sorge infatti una Società, chiamata CMC-Permindex, apparentemente di natura commerciale ma, in realtà, – lo dimostro documentalmente – finanziata dalla CIA.



I fondi, infatti, giungevano da ben tre banche entrate in comportamenti discutibili. Le prime due, la Seligman e la Schroder, entrambe riconducibili – e pesantemente – ai fratelli John e Forster Dulles; vale a dire: il capo della CIA ed il Segretario di Stato USA. La terza banca, la BNL, altresì finanziatrice occulta prima d’Eugenio Cefis – proprio il protagonista di Petrolio, l’ultima opera di Pasolini – e poi di Gelli. A tal proposito, occorre registrare come, alla fine, sulla BNL emerga l’appartenenza alla P2 di molti dei suoi dirigenti. Non va nemmeno trascurato l’appunto del SISMI rintracciato da Calia:



La Loggia P2 è stata fondata da Eugenio Cefis che l’ha gestita sino a quando è rimasto Presidente della MONTEDISON. Da tale periodo ha abbandonato il timone, a cui è subentrato il duo ORTOLANI-GELLI, per paura. Sono di tale periodo gli attacchi violenti (ROVELLI della SIR) contro uomini legati ad ANDREOTTI con il quale si giunse ad un armistizio per interessi comuni: lo scandalo dei petroli



Il CMC ha, inoltre, tra i propri membri – anche questo si scopre tramite i documenti societari – , Ascarelli e Gaito, ovvero, due delle pedine fondamentali, com'emerge dagli Atti della Commissione Anselmi, affinché Gelli arrivasse ai vertici del potere. Non solo: Consigli d'Amministrazione della Società hanno avuto sede presso lo studio d'Ascarelli, Roma, Piazza di Spagna 72/a. Indirizzo – ci dice sempre la Commissione Anselmi – però anche luogo di riunione di ben due logge attraverso le quali passa Gelli: la Hod e la stessa P2, all’epoca definita Raggruppamento Gelli-P2. Sempre tra i propri membri, il CMC ha un agente CIA – sarà la stessa struttura di spionaggio a doverlo, con il tempo, ammettere – : Clay Shaw. Il CMC-Permindex è, in più, letteralmente ripieno d’altri personaggi non limpidi, legati alla strategia della tensione – tema verso cui Pasolini nutriva massimo interesse – e/o riconducibili al Cefis protagonista, come già detto, di Petrolio.



Soprattutto, ulteriore socio del CMC è Giorgio Zeppieri: avvocato d'idee ultraconservatrici, trattasi dello stesso Zeppieri che, per anni, perseguita Pasolini, tentando di demolirlo con un processo-farsa basato sui vaneggiamenti d’un individuo che accusa il poeta d’averlo minacciato con un'arma caricata con un proiettile d’oro. L'identico Zeppieri che affida una perizia, tesa a dipingere Pasolini come un pervertito folle, ad un piduista connesso alla Banda della Magliana: Semerari, lui pure collegabile – si scopre – al CMC. CMC che poi passerà all’eliminazione fisica del poeta.



È solo l’inizio delle numerosissime rivelazioni che mettono finalmente spalle al muro i veri responsabili della soppressione di Pasolini.



Ringrazio per la testimonianza resa la figlia di Pietro Ingrao: Celeste



NOTA: Questo libro è vero e proprio sèguito di CMC. Il lato italiano della congiura che uccise John Fitzgerald Kennedy. Pur essendo in sé autonomo, si raccomanda vivamente, a lettrici e lettori di Lampi sull’EUR, di non trascurare la lettura anche della prima opera, fortemente propedeutica.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Michele Metta

Lampi sull'Eur. Il CMC e l'assassinio di Pier Paolo Pasolini

Lampi sull'Eur. Il CMC e l'assassinio di Pier Paolo Pasolini di

Quest’opera è frutto di oltre sette anni di lavoro e, per la sua rilevanza, ne sta uscendo anche una sintesi tramite un'inchiesta giornalistica presso il quotidiano Globalist. S’avvale delle preziose carte, personalmente affidatemi nella loro totalità dal magistrato Calia, del procedimento penale da lui mosso circa la morte d’Enrico Mattei. Tali carte contengono elementi importanti...

CMC: Il lato italiano della congiura che uccise John Fitzgerald Kennedy

CMC: Il lato italiano della congiura che uccise John Fitzgerald Kennedy di

Questo libro parte da un molto breve accenno contenuto in quel che, fuor d’ogni dubbio, può definirsi la disamina più fondata dell’episodio delittuoso di Dallas; quella, cioè, condotta dal procuratore distrettuale di New Orleans, Jim Garrison. L’indagine di Garrison è di tale lineare evidenza che, una volta conosciuta dalle masse grazie alla trasposizione cinematografica di Oliver...