Il sole tra i palazzi: La mia storia

"Questa non è una biografia ma un'altra jam session da open mic. Il microfono aperto detta questo flusso di parole per raccontare cose che in un pezzo, ma anche in un album, starebbero strette, che un mixtape finirebbe per piegare alla rima, al groove." "Tra i palazzi da dove il sole non si vede è difficile avere la chance di qualsiasi lavoro. A volte è difficile persino desiderarlo un lavoro, così diventa fatale pensare a un altro modo di fare i soldi: Gomorra nasce così, criminali si diventa. Ma il Sud a cui penso io è una nuova generazione che ancora non si arrende ad aver perso senza aver nemmeno combattuto, è un angolo di paradiso che qualcuno ha ridotto peggio di un inferno." "Al momento l'amore non c'è nella mia vita, o forse semplicemente fingo di non averne bisogno. Voglio davvero una tipa che mi calma, non che mi cambia. Le ragazze della città bene, quelle che fino a ieri non me l'avrebbero data nemmeno per tutto l'oro del mondo, forse ora mi cercano. Mi fa piacere, certo, ma mi sento ancora in soggezione. Perché puoi viaggiare, cambiare o crescere, ma la periferia non la cancelli, te la porti dentro." "Il testo di Nu juorno buono è un reality (poco) show, non è fiction. Gabriellino che si addormenta sul mio pietto è mio fratello. E mammà è davvero la principessa rint' 'a miseria, è cresciuta senza un padre (che però è vivo) e con una madre che l'ha lasciata troppo presto, purtroppo." "Voglio sfidare il sistema, qualunque esso sia. Credo nella musica e nella forza che da sempre mi trasmette. Credo negli Hunters e nel supporto che mi hanno dato sempre. La mia terra non deve morire, che sia per tutti, e per sempre, nu juorno buono."

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli