I Siciliani

Da Federico stupor mundi a Telesio Interlandi, improbabile cantore
del razzismo mussoliniano con tanto di prezzario degli aggettivi; da Ettore Majorana, convinto estimatore del nazismo, a Giuseppe Peri, oscuro vicequestore angariato; dai fratelli Lanza di Trabia, saltellanti fra i Ciano, Eisenhower e Togliatti per difendere feudi e privilegi, a Vito Guarrasi, signore incontrastato e sconosciuto di cinquant’anni
di potere in Italia; da Mario Ciancio, padrone di giornali, televisioni e destini, a Leoluca Orlando Cascio; da Falcone e Borsellino, uccisi per non farli indagare su Milano, dal 1970 capitale economica di
Cosa Nostra, a Giuseppe Francese, suicidatosi subito dopo la condanna
degli assassini mafiosi del padre Mario, il libro racconta la storia siciliana del mondo e del nostro Paese.
Una galleria di oltre sessanta personaggi divisi in dieci categorie per addentrarsi nel mistero senza fine della sicilitudine.


«Un’affascinante galleria di oltre sessanta personaggi che hanno fatto la
Storia, nel bene e nel male, della Sicilia e del nostro Paese».
Corriere della Sera


«La Sicilia non sembra un’isola, ma una chiave
per capire certe storie d’Italia. E del pianeta».
TTL - la Stampa

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Alfio Caruso

Milano ordina uccidete Borsellino (Longanesi Attualità)

Milano ordina uccidete Borsellino (Longanesi Attualità) di

Diciotto anni dopo ignoriamo chi azionò il telecomando della strage di via D’Amelio, in cui vennero macellati Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta. La mattanza di quel 19 luglio 1992 è stata fin qui un insieme di domande senza risposte: in che modo è sparita l’agenda rossa nella quale Borsellino segnava incontri, confidenze, ipotesi di lavoro? Dov’era posizionato il misterioso uomo con...

A Milano nasce l'Italia: Le Cinque Giornate che hanno cambiato la nostra storia

A Milano nasce l'Italia: Le Cinque Giornate che hanno cambiato la nostra storia di

Gennaio 1848. Per protestare contro l’amministrazione austriaca, i milanesi presero un’iniziativa a dir poco sorprendente: decisero di non fumare più. L’obiettivo era chiaro: colpire le entrate erariali provenienti dalla tassa sul tabacco. Nel mese di febbraio, il dissenso raggiunse il palco della Scala: la popolarissima ballerina austriaca Fanny Elssler venne subissata di fischi appena entrata...

Caporetto: L'Italia salvata dai ragazzi senza nome

Caporetto: L'Italia salvata dai ragazzi senza nome di

«E all’improvviso tanti di coloro che erano scappati, tanti di coloro che avevano alzato le mani tornarono indietro per afferrare il fucile e combattere.»   La battaglia di Caporetto è stata la più grave sconfitta della storia italiana, che solo il sacrificio di migliaia e migliaia di ragazzi, spesso rimasti senza nome, non ha trasformato in una disfatta definitiva. Fu l’epicentro di trenta...