Articoli pubblicati dalla Fidest (Pubblicazioni Fidest Vol. 1)

Si tratta di una selezione d’articoli scritti sui più disparati argomenti. Per quanto non siano più d’attualità li ripropongo nell’intento d’offrire un utile contributo alla conoscenza di una cronaca che si è fatta storia e che talvolta riesce ad avere una qualche somiglianza con gli eventi odierni pur essendo mutati lo scenario e il cast degli attori.
Penso, inoltre, d’offrire un confronto dialettico tra i miei scritti e quelli che ho già pubblicato con il titolo “Le mie elle al dì” che altro non sono le lettere inviatami dai miei lettori a commento dei miei scritti e degli eventi che li hanno in particolare colpiti.
L’intenzione è anche di collegare i due diversi modi di scrivere da parte dello stesso autore. Uno è quello del lettore che s’improvvisa “servo delle sue opinioni” e, l’altra, l’ambizione di voler passare di là dalla barricata, impersonando la figura del giornalista.
Per entrambi l’arma comune è la penna, anche se poi si trasforma in una macchina per scrivere o una tastiera del pc.
Per entrambi vi è la voglia di dire la propria su ciò che accade e su ciò che non dovrebbe accadere. Su ciò che amiamo sommamente o su ciò che disprezziamo senza riserve. Nel loro insieme configurano un passaggio della nostra vita, una testimonianza del nostro essere e del nostro divenire.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Riccardo Alfonso

Schegge della mia vita: Note autobiografiche (pensieri dell'autore Vol. 1)

Schegge della mia vita: Note autobiografiche (pensieri dell'autore Vol. 1) di

Questo libro racconta la storia dell’autore che fin dall'età di undici anni aveva il chiodo fisso: fare lo scrittore e incominciando a far pratica scegliendo la via del giornalismo. Detto fatto, poiché nel suo tempo non vi erano computer e la stessa macchina da scrivere aveva un costo che la sua famiglia non solo non si poteva permettere ma anche avrebbe trovato assurdo che potesse servire al p...

La scienza iniziatica e l'intreccio esoterico volume primo (saggistica Vol. 8)

La scienza iniziatica e l'intreccio esoterico volume primo (saggistica Vol. 8) di

Di proposito ho adottato un metodo diverso per esporre i vari argomenti trattati lasciando il campo a differenti divagazioni.Il tutto vorrebbe trasformarsi in un "chiacchiericcio" vicino al caminetto di due amici, avanti negli anni ma ancora con la mente lucida. Sono seduti uno accanto all'altro su una comoda poltrona.Parlano ma non si guardano negli occhi. I loro sguardi sono rivolti alla fiam...

Il pensiero, le cose, il futuro (saggistica Vol. 6)

Il pensiero, le cose, il futuro (saggistica Vol. 6) di

Tutto sembra ruotare intorno all'intelletto e alle sue capacità di progettazione e di crescita. Accade quando le facoltà psichiche elaborano pensieri a volte semplici e altri complessi. Lo fanno quando i processi sono sottoposti a regole ben precise, frutto dei nostri studi e delle nostre ricerche.Lo fanno se il pensiero si avvale dei canali sensoriali che rasentano il razionale e si tuffano,...

Le date che fanno la storia (Saggistica Vol. 3)

Le date che fanno la storia (Saggistica Vol. 3) di

Nel porre mano a questa parte del mio lavoro mi sembra opportuno rilevare un aspetto per altro già evidenziato altrove, ma che in questa evenienza me-rita risollevare per le maggiori difficoltà che presenta. Mi riferisco alla complessità riscontrata nel selezionare un numero impressionante di articoli da me scritti che si rifanno, per lo più, alla cronaca degli avvenimenti politici di questi ul...

Il dittatore (Saggistica)

Il dittatore (Saggistica) di

E' la storia di un delitto:quello di Mino Pecorelli. L'autore descrive il personaggio, la sua attività e indica i possibili mandanti in un contesto politico-economico-finanziario dove si muovono personalità di diversa estrazione.

Gheddafi La nascita e la morte di una dittatura (Saggistica Vol. 6)

Gheddafi La nascita e la morte di una dittatura (Saggistica Vol. 6) di

La rivoluzione libica ha avuto in Gheddafi il suo mattatore. Ha suscitato grandi speranze e attese in tutto il mondo arabo. Con il tempo ha perso il suo smalto e si è trasformata in un regime repressivo tradendo tutti i principi nei quali vi credeva fermamente. E' la storia di un tempo in un contesto nel quale l'Europa nel bene e nel male ha fatto la sua parte.