Il mare di Majorana: dramma teatrale in tre atti

Il mare di Majorana è un testo teatrale che si può leggere come un romanzo breve. La vicenda umana e scientifica di Ettore Majorana viene ripercorsa sotto un’inedita chiave interpretativa, letteraria ma anche vicina alle fonti storiche.



La chiave di volta della scomparsa è ben diversa da quella proposta da Sciascia, ed è posta in un fatto accaduto cinque anni prima: la scoperta del positrone, che nel 1933 mette in crisi la sua equazione a infinite componenti, possibile alternativa all’equazione di Dirac. A quella notizia nel suo animo qualcosa si spezza: Majorana abbandona la fisica, non pubblica più niente per quattro lunghi anni, si isola dal mondo. Dal tono della commedia si scivola lentamente verso quello del dramma esistenziale.



Attorno a lui la sorella Maria, anima dolce e delicata, l’amico e collega Giovanni Gentile jr., e poi Enrico Fermi e i ragazzi di via Panisperna: amicizie e rivalità si intrecciano, tra confessioni e incomprensioni. Nel ’37 Majorana torna, a sorpresa, con l’articolo sul neutrino che gli frutta la cattedra per chiara fama a Napoli. Poi la scomparsa, a lungo meditata eppure improvvisa e misteriosa. Ne esce un personaggio complesso e tormentato, profondo e “privo di buon senso”, quasi come un eroe del suo amato Dostoevskij.



Testo premiato nell’ambito del concorso Passione drammaturgia 2012: “Avvincente ricostruzione di un mistero all’italiana che rende il testo gradevole e coinvolgente con sapiente equilibrio di realtà e fantasia”.



Marco Pizzi ha intrapreso l’attività di scrittore nel 2009 dopo la laurea e il dottorato in fisica teorica; ha già all’attivo due romanzi e diversi altri scritti di teatro e narrativa.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Marco Pizzi

Io, mamma e Ronconi: commedia hipsterica in due atti

Io, mamma e Ronconi: commedia hipsterica in due atti di

Beatrice è una madre dispotica e divorziata, femminista e succube dell'astrologia, e dirige un piccolo laboratorio teatrale tramite il quale vuole costringere la figlia Eleonora a diventare la Duse del nuovo millennio. La povera Eleonora subisce le angherie della madre e perfino le avances del patrigno (un giovane hipster che vive a scrocco a casa loro), finché un giorno, dopo aver perso l'enne...

Solo con Falcone: maxidramma in cinque atti

Solo con Falcone: maxidramma in cinque atti di

Questa pièce ricostruisce la vicenda del giudice palermitano e dei suoi colleghi attraverso le principali fasi del celebre maxiprocesso di Palermo, dalla confessione di Buscetta alla sentenza definitiva e alle conseguenti stragi. «Solo con Falcone» è una frase che torna spesso nelle testimonianze dei primi pentiti di mafia. Molti di loro accettarono di parlare «solo con lui», perché Falcone er...

La vita è fatta di incontri: 6 racconti brevi su sfondo romano

La vita è fatta di incontri: 6 racconti brevi su sfondo romano di

I sei racconti che costituiscono questa raccolta toccano temi apparentemente disparati tra loro ? la convivenza, “l’arte avanguardista”, il suicidio, l’amore nuovo, la realizzazione professionale ?, e anche i registri sono conseguentemente diversi, perché si va dal comico al drammatico. Ma sono uniti da una caratteristica importante: ciascuna storia trova il suo innesco o il suo punto di svolta...

Verdi contro Wagner: Storia di un'amicizia segreta

Verdi contro Wagner: Storia di un'amicizia segreta di

Venezia, 11 febbraio 1883, ultimi tre giorni di vita di Wagner. Verdi è appena giunto in laguna per eseguire in segretezza la nuova ouverture dell’Otello. Wagner lo viene a sapere e gli chiede di assistere alla prova… da questo spunto fittizio prende l’avvio un racconto che immagina la nascita di una amicizia segreta tra i due massimi operisti dell’Ottocento, che nella realtà non si incontraron...