I giorni dell'Eta

I giorni dell' ETA di Iker Casanova e Paul Asensio

"Se ci condannate, dovete condannare anche gli algerini che si opposero all'occupazione francese; i vietnamiti che fecero lo stesso contro le truppe francesi e americane; gli angolani e i mozambicani che si ribellarono all'occupazione portoghese,i nostri stessi padri che uccisero i soldati di Franco e tutti quei popoli che hanno deciso di lottare per la loro libertà."
ETA (Euskadi Ta Askatasuna, Paesi Baschi e Libertà).

In un mondo in cui sussistono eccezioni quali il Kosovo, cui viene garantita la possibilità di auto-proclamarsi Stato Indipendente, è naturale chiedersi perché ad altri tale diritto debba essere negato.

"Quando si entra a far parte dell'ETA, si deve essere consapevoli della veridicità delle parole di Che Guevara: ' Nella vera rivoluzione, si vince o si muore'."
Argala, Zutik n°65.

Punto di riferimento politico di prim'ordine nella società basca e principale baluardo teorico dell'ETA militare, José Miguel Benaran Ordenana, alias Argala, divenne, dopo la tragica uccisione - avvenuta alla precoce età di ventinove anni - un vero e proprio mito.

"Il desiderio di libertà conferisce all'uomo oppresso la capacità di premere un detonatore".
Argala, doc. Commando Txikia

Iker Casanova e Paul Asensio, entrambi giornalisi, stanno scontanto 11 anni di prigione per la loro collaborazione a movimenti pacifisti, ritenuti sostenitori dell'ETA.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo