Sonetti scelti (Classici della religione)

Il poeta romano Giuseppe Gioacchino Belli (1791 – 1863) ha composto più di duemila sonetti in vernacolo romanesco, raccogliendo in essi la voce e lo spirito del popolo della Roma del XIX secolo. Uno scorcio in versi sul modo di vivere e pensare salace, disincantato e a tratti furbesco dei popolani della Città Eterna. Quella del Belli è la produzione più corposa di poesia dialettale italiana dell'Ottocento, documento di inestimabile valore sulle mille possibili articolazioni del romanesco. Oggi Utet la propone sotto forma di ebook, corredato di un apparato critico fruibile mediante collegamenti ipertestuali.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giuseppe Gioacchino Belli

Prose umoristiche (Classici moderni)

Prose umoristiche (Classici moderni) di

Oltre ai 2279 sonetti in dialetto romanesco, il suo “monumento della plebe di Roma”, Belli ha scritto pagine in prosa, qui proposte in un’inedita raccolta, il cui valore letterario è ancora tutto da scoprire e che lo collocano tra i grandi umoristi del suo secolo. La Vita di Polifemo e il Ciarlatano, la Storia cefalica e Un fenomeno vivente, con le lettere alle amiche e agli amici fidati, ci of...