Poesie (Classici della religione)

Carlo Porta (1775 – 1821) è considerato il maggior poeta dialettale milanese. La sua attività letteraria inizia nel 1812 con le Desgrazzi de Giovannin Bongee, e prosegue fino alla morte con una produzione costante e di altissima qualità, seguendo tre filoni tematici: la polemica contro le superstizioni e l'ipocrisia religiosa del tempo, la descrizione di vivissime figure di popolani milanesi, e la politica. Le sue poesie oggi si possono leggere in una versione digitale supportata da un accurato apparato critico accessibile in modo interattivo.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Carlo Porta

Poesie di Carlo Porta

Poesie di Carlo Porta di

Poesie di Carlo Porta

Poesie (Biblioteca Italiana Zanichelli)

Poesie (Biblioteca Italiana Zanichelli) di

Il milanese Carlo Porta (1775-1821) è una delle personalità più interessanti e originali della cultura letteraria italiana fra Sette e Ottocento. Restano di lui circa 200 componimenti in dialetto milanese. Vivente l'autore, ne furono pubblicati solo una cinquantina, nel 1817; Tommaso Grossi curò un'edizione postuma, più completa, nel 1821, da integrare con alcuni inediti usciti a Lugano...