Scritti scelti (Classici della religione)

Signore di Firenze dal 1469 alla morte, Lorenzo è stato uomo di potere ma anche scrittore, poeta, cultore d'arte e generoso mecenate. Amante della cultura, si dilettò anche nell'esprimerla. Di lui ci restano una raccolta di testi poetici dal Duecento ai suoi tempi, selezionata con l'intento di dimostrare l'apporto dei lirici toscani alla produzione in volgare, un corpus di opere comiche ed edonistiche e altre di carattere religioso. Una scelta antologica dei suoi scritti esce oggi per Utet in versione digitale, corredata di puntuali note critiche collegate al testo tramite collegamenti ipertestuali.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Lorenzo de' Medici

Canzoniere (Biblioteca Italiana Zanichelli)

Canzoniere (Biblioteca Italiana Zanichelli) di

Composto nell'arco di circa un ventennio, dal 1464 al 1483, il Canzoniere laurenziano è costituito da rime che sembrano illustrare, secondo lo schema petrarchesco, un'unica storia d'amore. Tuttavia, oltre alla vicenda amorosa, ispirata dalla figura di Lucrezia Donati, il nome della quale ricorre assiduamente in simboli e giochi verbali, è possibile seguire lungo il filo dei componimenti l'evolu...

La pergamena perduta

La pergamena perduta di

Un grande romanzo storicoUn autore tradotto in 17 PaesiDa migliaia di anni una tavola dal valore inestimabile nasconde uno dei segreti più ambiti dall’uomo: la formula dell’immortalità. Il prezioso oggetto è stato nascosto e protetto per molto tempo dalla storia, che ne ha fatto dimenticare persino l’esistenza. Adesso, però, qualcuno intende recuperarlo ed è disposto a tutto per impossessarsene...

Il simposio

Il simposio di

Si narra che sulla via di ritorno alla sua “Fiorenza”, imbattutosi in “alcuni che troppo dati a’ piaceri e troppo inordinatamente al bere s’erano profusi”, Lorenzo de’ Medici immortalò l’episodio dando vita, lì per lì, a un poemetto satirico. Scritto più verosimilmente tra il 1473 e il 1474, il Simposio, noto anche col titolo I Beoni, è però ben più di una poesia estemporanea: è un’arguta rilet...

Comento de' miei sonetti

Comento de' miei sonetti di

Lorenzo di Piero de' Medici, detto Lorenzo il Magnifico (Firenze, 1º gennaio 1449 – Firenze, 9 aprile 1492), è stato un politico, scrittore, mecenate e umanista italiano, signore di Firenze dal 1469 alla morte, appartenente alla dinastia dei Medici. Lorenzo fu uno degli uomini politici e degli intellettuali più rilevanti del Rinascimento, poeta, statista e membro dell'Accademia neoplatonica.

La lettera rubata (eNewton Narrativa)

La lettera rubata (eNewton Narrativa) di

Può bastare una lettera per cambiare la storiaUn grande romanzo storico di Lorenzo de' MediciLa storia della relazione segreta tra Maria de’ Medici regina di Francia e il famoso pittore RubensAnn Carrington, docente americana di storia, si trova in Italia per incontrare Gianni Cardosi, un illustre collega fiorentino. Ann sta scrivendo una biografia sulla regina Maria de’ Medici, e benché i due ...

Aridosio

Aridosio di

Aridosio