Amore ed estasi (Collana Storica Vol. 40)

La ricostruzione della relazione segreta e pericolosa tra il grande umanista Pietro Bembo e Lucrezia Borgia, celebrata e ricordata come «il più grande degli amori». Febbrile collezionista, letterato e poeta, inventore (insieme all’editore Aldo Manuzio) dei libri tascabili in piccolo formato, fautore di un’idea di unificazione dell’Italia a partire dalla creazione di una lingua nazionale, il veneziano (poi padovano d’adozione) Pietro Bembo è universalmente riconosciuto come figura saliente del periodo rinascimentale. Pochi forse sanno che egli fu anche appassionato amante di Lucrezia Borgia, figlia di papa Alessandro VI, sorella di Cesare Borgia (il famoso “Duca Valentino”) e sposa in terze nozze di Alfonso d’Este, Duca di Ferrara: questo tormentato amore, segreto e pericoloso, celebrato e ricordato come «il più grande degli amori», avrebbe portato il grande umanista a dedicare a Lucrezia i suoi celebri Asolani e a rivolgerle appassionate lettere nelle quali ricordava «la bella treccia simile ad oro», «le ciglia d'ebano», «le morbide guance» e «l’agile piede che si abbandonava al ritmo della danza».

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Romana De Carli Szabados

Corone e cuori (Collana storica Vol. 38)

Corone e cuori (Collana storica Vol. 38) di

Cosa lega indissolubilmente l’irrequieta Sissi, la sfortunata Carlotta, la tragica Giovanna la Pazza, la fiera Maria Teresa, l’arciduchessa Sofia e la fragile Maria Luisa? Romana de Carli Szabados ripercorre l’appassionata e struggente vita di molte donne celebri in un arco temporale che va dagli albori del Medioevo alla dissoluzione dell’Impero austroungarico dopo la Prima Guerra Mondiale, riv...