Per un'educazione corsara e luterana. Pedagogia di Pasolini

Oggetto di questo studio è l’opinione, condivisa da molti, ma da pochi analizzata con attenzione, che la vita e l’opera di Pier Paolo Pasolini siano state contraddistinte da una vocazione pedagogica. Vocazione che esplicitamente ebbe modo di realizzarsi sia nel dopoguerra, quando Pasolini ebbe modo di insegnare presso diverse scuole, sia alla metà degli anni settanta, epoca in cui redasse il trattato "Gennariello" (la fonte più esplicita del suo pensiero pedagogico, pervaso da intenzioni fieramente polemiche), rimasto incompiuto per la sua prematura e triste morte e poi pubblicato postumo nelle Lettere luterane del 1976. Dunque, un impulso educativo avrebbe accompagnato Pasolini nel corso della sua vita: in effetti, esso è ravvisabile in molte sue opere e probabilmente le ha pervase senza che l’autore ne avesse sempre piena consapevolezza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo