"Se mi salvo la vita è un caso". Diario di Guerra (1916-1918)

La minuziosa cronaca dell'esperienza di guerra di un soldato del Regio Esercito, che nel corso del primo conflitto mondiale riportò quotidianamente gli eventi ai quali assistette in prima persona. Documento di notevole intensità drammatica.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Federico Adamoli

Processo alla Squartatrice: Il delitto Monteverde

Processo alla Squartatrice: Il delitto Monteverde di

Paragonato per la sua efferatezza al celebre delitto di Rosa Fort, l'omicidio della squartatrice (avvenuto nel 1952) colpì enormemente l'impressione della popolazione locale. Anche la stampa nazionale si occupò ampiamente del processo alla squartatrice di Teramo. Elisa De Benedictis, domestica di 28 anni, è la rivale in amore di Cesarina Monteverde, fidanzata a Giulio Urbani, il quale è stato...

Lettere della Guerra da un epistolario di famiglia: Dal 25 luglio 1943 alla liberazione, lettere di civili e di militari. In appendice: un'esperienza di guerra

Lettere della Guerra da un epistolario di famiglia: Dal 25 luglio 1943 alla liberazione, lettere di civili e di militari. In appendice: un'esperienza di guerra di

Tratte da un epistolario di una famiglia abruzzese, una selezione di lettere scritte nel periodo intercorso tra la caduta del fascismo e la liberazione dei territori italiani. Queste lettere rappresentano un piccolo spaccato dei disagi, delle pene, dei piccoli e grandi drammi vissuti dalla popolazione italiana e dai militari lontani dalla patria.