Morire per le idee: Vita letteraria di Pier Paolo Pasolini (Tascabili. Saggi)

CON UN'APPENDICE SUL CASO GIUDIZIARIO

L’opera pasoliniana va letta come un tutt’uno, in cui le diverse fasi di un lavoro artistico complesso e articolato (dalla poesia alla narrativa, dal teatro al cinema, dal giornalismo alla critica letteraria) tendono a intersecarsi continuamente all’interno di un discorso creativo ‘aperto’ e ‘mobile’. In altre parole quella di Pasolini è una grande opera ‘totale’, all’interno della quale è difficile scindere i diversi ‘generi’. A partire da questa premessa il libro di Roberto Carnero indaga l’opera pasoliniana senza scindere i diversi aspetti della sua produzione, ma anzi riportando le diverse esperienze e i diversi momenti del lavoro pasoliniano alla coerenza di un percorso artistico unico. Un’opera, quella di Pasolini, strettamente legata alla vicenda biografica del suo autore. Per questo “una vita letteraria”, che Carnero ci aiuta a riscoprire e a percorrere in capitoli a metà tra il ‘tematico’ e il ‘biografico’. Il volume si presenta come un profilo di Pasolini, agile e aggiornato: una monografia critica adatta sia per gli studenti (delle università e delle scuole secondarie) sia, più in generale, per tutti i lettori interessati ad avvicinarsi a Pasolini in maniera informata. In un’apposita appendice (contenente, tra l’altro, un’intervista inedita a Walter Veltroni) si dà conto della controversa questione della morte di Pasolini, a partire dalle clamorose novità emerse negli ultimi mesi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Roberto Carnero

Verso la cuna del mondo (Tascabili)

Verso la cuna del mondo (Tascabili) di

Il volume è la riproposta di un piccolo classico del Novecento: Verso la cuna del mondo (1917) di Guido Gozzano. Tra il febbraio e l’aprile del 1912 Gozzano compie un viaggio in India, che lo porterà a visitare la città di Bombay e l’isola di Ceylon. Un itinerario modesto, ma un’esperienza centrale nella non lunga vita dello scrittore piemontese. La decisione di partire è dettata innanzitutto d...

Racconti scapigliati (Classici moderni)

Racconti scapigliati (Classici moderni) di

Incubi, ossessioni, fantasmi, sdoppiamenti. Sono i temi centrali dei racconti di Arrigo e Camillo Boito, Igino Ugo Tarchetti, Luigi Gualdo, Remigio Zena, e riflettono i turbamenti di un’età di passaggio, tra Romanticismo e Decadentismo. Specularmente, la verve linguistica, la scrittura frizzante e l’umorismo di Carlo Dossi, Giovanni Faldella, Achille Giovanni Cagna diventano sperimentalismo sti...

Lo scrittore giovane: Pier Vittorio Tondelli e la nuova narrativa italiana

Lo scrittore giovane: Pier Vittorio Tondelli e la nuova narrativa italiana di

Pier Vittorio Tondelli e la nuova narrativa italiana Dagli anni ottanta si assiste in Italia all’avvento di una ricca produzione di opere scritte da autori giovani che raccontano storie di adolescenti o poco più, la "nuova narrativa" che determina uno svecchiamento delle forme letterarie tradizionali. Il principale protagonista di questa stagione è Pier Vittorio Tondelli (1955-1991), divenuto u...