De Bello Gallico - La guerra gallica

Il De bello Gallico (in italiano "La guerra gallica") è lo scritto sicuramente più conosciuto di Gaio Giulio Cesare, generale, politico e scrittore romano del I secolo a.C.: qui è presentato nella traduzione italiana per Kindle.

Cesare visse in prima persona tutte le vicende riguardanti la conquista della Gallia. Uomo di grande cultura, appassionato di arte e filosofia, descrisse minuziosamente la sua campagna militare, inserendo nella narrazione molte curiosità sugli usi e sui costumi delle tribù barbariche con cui veniva a contatto, oltre a tentare, surrettiziamente, di difendere il proprio operato.

L'opera è stata scritta fra il 58 e il 50 a.C. e si divide in otto libri:
Nei primi sette, dettati da Cesare ai suoi luogotenenti, è offerta una puntigliosa descrizione etnico-geografica non solo della Gallia ma anche della Germania prossima al Reno e della Britannia, ed è data una rassegna delle forze in campo; si concludono con la narrazione della battaglia di Alesia, presso Digione, vinta contro Vercingetorige, re degli Arverni (tribù stanziata nell'odierna Alvernia, Francia centrale).
L'ottavo libro, scritto da Aulo Irzio, narra gli eventi successivi alla guerra, in particolare le spedizioni finalizzate a sedare gli ultimi focolai della rivolta.
Il De bello Gallico fu redatto da Cesare in terza persona, come diario di guerra, con l'intento di conferire una patina di oggettività e di difendere la propria persona e la propria condotta politico-militare, osteggiata a Roma da gran parte del senato. L'ambizione e le capacità politiche del condottiero erano, infatti, eccezionali e assai temute da una corporazione politica, indebolita dal volgere degli eventi e dai mali di sempre: corruzione, interesse personale nell'attività pubblica e vendette tra fazioni. Oltre alla terza persona, una caratteristica dello stile di Cesare è l'uso della "oratio obliqua" ovvero del discorso indiretto per ottenere uno stile più uniforme e privo degli artifizi dell'arte oratoria.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Gaio Giulio Cesare

De Bello Africo: La Guerra in Africa (GBL Foro Latino)

De Bello Africo: La Guerra in Africa (GBL Foro Latino) di

Questo Mini eBook contiene il testo latino originale del De Bello Africo, o Bellum Africanum, attribuibile ad un ufficiale di Cesare. La narrazione è simile al Bellum Alexandrino e al De Bello Civili. Vi è anche una sezione con link e mappe d'approfondimento.

De Bello Gallico, De Bello Civili, De Bello Alexandrino, De Bello Africo e De Bello Hispaniensi: (Traduzione Libera)

De Bello Gallico, De Bello Civili, De Bello Alexandrino, De Bello Africo e De Bello Hispaniensi: (Traduzione Libera) di

Il De bello Gallico (in latino "Sulla guerra gallica") è lo scritto più conosciuto di Gaio Giulio Cesare, generale, politico e scrittore romano del I secolo a.C. In origine, era probabilmente intitolato C. Iulii Caesaris commentarii rerum gestarum, mentre il titolo con cui è oggi noto è un'aggiunta successiva, finalizzata a distinguere questi resoconti da quelli degli eventi successivi....

De bello civili - La guerra civile

De bello civili - La guerra civile di

Il De bello civili ("La guerra civile") è un'opera di Gaio Giulio Cesare, qui presentata in traduzione italiana per Kindle. L'opera è composta da tre libri o Commentarii e descrive gli avvenimenti degli anni 49 — 48 a.C.; la sua stesura si può situare con ogni probabilità nel 47 a.C. o quanto meno nel 46 a.C. ma la pubblicazione fu sicuramente postuma. Nel 49 a.C. Cesare ambiva alla...