La partigiana Bambina

"Dobbiamo far capire di più, il nostro lavoro dovrebbe essere più legato al lavoro nelle scuole, e fare in modo che i nostri ragazzi non vengano imbavagliati dal revisionismo. Le conquiste della democrazia non sono mai acquisite, non dobbiamo darle per scontate". Era questo il grande cruccio della partigiana Bambina Villa, più forte nell'ultimo anno di vita, ed è questo il senso, il valore di questa pubblicazione: tramandare, parlare ancora ai giovani, questa volta attraverso parole scritte.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo