Confessioni (Acquarelli)

Con le Confessioni, scritte quando era già vescovo di Ippona, Agostino volle compiere in primo luogo un atto di umiltà, mettendo a nudo le debolezze, le cadute e i vizi dei suoi trascorsi di peccatore, affinché il gregge dei fedeli non eccedesse in ammirazione per la sua persona, ma ne attribuisse tutte le virtù e i meriti attuali all'azione salvifica della Grazia divina. Le Confessioni, tuttavia, vanno molto al di là dello scopo contingente che Agostino si proponeva, e quest'opera sublime travalica il tempo in cui fu scritta per proporsi oggi come il fondamento della spiritualità occidentale. Titolo originale: Confessionum libri XIII.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Sant'Agostino

Le confessioni (Spiritualità. Maestri. Seconda serie)

Le confessioni (Spiritualità. Maestri. Seconda serie) di

Scritte tra il 397 e il 400, le Confessioni sono l’opera di Agostino che più di ogni altra esercita un fascino particolare. Ciò non deriva unicamente dall’interesse per la singolarità dell’avventura intellettuale e religiosa che vi si racconta, né soltanto perché si tratta di un capolavoro letterario, ma dalla grande modernità, intensità di accenti e vivezza umana con cui Agostino arriva alla m...

Le Confessioni - testo in italiano (Emozioni senza tempo)

Le Confessioni - testo in italiano (Emozioni senza tempo) di

Tra i padri della Chiesa e tra i principali scrittori cristiani, Sant'Agostino scrisse quest'opera biografica intorno al 400 e rappresenta uno dei massimi capolavori della letteratura cristiana. Il filosofo si rivolge a Dio e racconta la storia della propria vita, soffermandosi in dettaglio sulla propria conversione al Cristianesimo. Con il suo stile vocativo, con la ricerca di un contatto dire...