Starry Night

Una festa di compleanno, un accendino rubato e uno sganassone in piena faccia. Inizia così l’amicizia tra Filippo e Sergio, o meglio Zippo e Zagana, diciottenni talmente diversi tra loro da formare un duo inseparabile. Studente modello, timido e schivo il primo, impiccione e testa calda, espulso dai principali istituti privati il secondo. In poco tempo, i due riescono a raggiungere la vetta della popolarità tra gli adolescenti figli di papà della Roma bene, mettendo su un giro d’affari variegato che va dallo spaccio di droga e dvd pornografici alle partite di poker truccate e alle scommesse clandestine, fino allo sfruttamento della prostituzione. È un mondo fatto di feste private, ville e fuoriserie, ma anche di pugili di strada, metallari flaccidi e meccanici sadici. Ma nella vita di Filippo non c’è solo questo: ci sono Fellini e Peter Pan, i Led Zeppelin e Marcello Mastroianni, Neruda e Paul Auster; c’è la figura di un nonno ingombrante. Ma soprattutto c’è Greta, che in pubblico mostra il suo lato aggressivo mentre l’altro, quello vulnerabile e indifeso, non lo svela a nessuno. Per lei Filippo dovrà decidersi a cambiare vita, ma prima resta una cosa da fare, una mossa azzardata e rischiosa il cui prezzo da pagare si rivelerà fin troppo alto. Starry night è un romanzo che nasce da un’assenza, proprio come il dipinto di Van Gogh che Filippo e Greta ammirano ad Amsterdam, in cui il soggetto è il vuoto ed è la luce a descrivere il buio. Proprio come la vita, che in fondo non è altro che una storia costruita intorno al vuoto e ciò che conta davvero è come la si racconta.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Federico Leoni

L'idiota e la lettera. Quattro saggi sul Flaubert di Sartre (Studia Humaniora)

L'idiota e la lettera. Quattro saggi sul Flaubert di Sartre (Studia Humaniora) di

L’idiota e la lettera è un piccolo libro su un testo sterminato: L’idiota della famiglia, monumentale biografia di Gustave Flaubert, quasi un testamento filosofico per il suo autore, Jean-Paul Sartre. I temi e le ossessioni sono quelle intorno a cui Sartre lavora per tutta una vita. La nascita di un bambino “male amato”. L’esilio come materia di un’esistenza. La posizione del moribondo eletta a...