Carnai

Tre soluzioni per inscenare il vuoto d’essere. Complice, lo smarrimento nella recrudescente mondanità. Quattro vite che coesistono, dannatamente isolate in sé stesse eppure fatalmente combinate. Corpi, lacerati nel fondo delle loro coscienze e calati a interpretare l’ossessiva imperfezione delle cose. Carne, tutto sommato, che si agita e si ridimensiona inesorabilmente, senza riuscire ad assicurarsi un brandello di purezza. Scritto e illustrato interamente da Paolo D'Onofrio, "Carnai" ne rappresenta l'eccezionale esordio nel panorama indie italiano e internazionale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli