Piccole solitudini

Piccole solitudini è una raccolta di racconti che, attraverso i suoi protagonisti, in prevalenza donne, dipinge la solitudine, o se si vuole, le sue sfaccettature. Non una solitudine eroica o grandiosa ma piuttosto quella quotidiana, piccola e diversa per ciascuno. I protagonisti, per motivi differenti, si trovano in un momento particolare della vita, sono delusi, sperimentano l’abbandono, la perdita degli affetti più cari, il senso di inutilità, l’emarginazione. È la solitudine del “nostro tempo che non ha tempo” per le piccole cose, che ci rende invisibili ad una folla indifferente in un silenzio pieno di rumore nel quale è difficile, se non impossibile, far sentire la propria voce. Prigionieri in una gabbia senza sbarre dalla quale è difficile, se non impossibile, uscire. Grazia Andreasi (Maria Grazia Andreasi Bassi) nasce a Roma nel 1940 a pochi giorni dall’inizio della Seconda guerra mondiale e fin dall’infanzia mostra grande interesse per la musica e la poesia. Conclusi gli studi superiori inizia subito a lavorare, fino a quando, col matrimonio, decide di dedicarsi interamente alla famiglia, continuando a coltivare per sé la scrittura. Cresce i suoi tre figli arricchendo la propria vita con varie attività tra cui il teatro in veste di autrice, attrice, scenografa e costumista. Nel 1997 partecipa a Quando viene il giorno, dramma sacro tratto dalla Corale della città di Palermo per Santa Rosalia di Mario Luzi. Si dedica inoltre alla pittura, al giardinaggio e alla creazione di gioielli. Pubblica alcuni volumetti di poesie dialettali a beneficio dell’associazione Milena che si occupa, in Africa, di diagnosi e cura delle cardiopatie infantili. Con la raccolta Piccole solitudini manifesta la parte più intima e privata di sé.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo