Mistral L'invenzione dell'Amore

Compra su Amazon

Mistral L'invenzione dell'Amore
Autore
Franco Ferrini
Editore
Runa Editrice
Pubblicazione
18 novembre 2015
Categorie
Castello di Lacoste, Provenza, 1200 d.C. Una nuova moda sembra diffondersi tra dame e cavalieri: si parla di “Amore-Passione”, di “Donna-Angelo”, “Amore Eterno” e filtri d’amore – come dire eresia, magia nera, paganesimo.

Jaquinot, che è davvero un simpatico animale - ex crociato, zotico e analfabeta, pertanto immune dalle mollezze e lusinghe della Provenza - non si tira certo indietro di fronte a una ricompensa in denaro, quando viene incaricato dal Vaticano di indagare su cosa sia veramente questa nuova invenzione: l’Amore-Passione alla provenzale, che sembra essere opera del Demonio.

Agendo sotto mentite spoglie - non senza collezionare una gaffe dietro l’altra - si mette a indagare tra antri oscuri, pozioni miracolose, intrighi, partite di caccia, giostre, monaci infidi, passaggi segreti, mariti gelosi, ancelle fedeli, leggiadre fanciulle, banchetti, balli, duelli, battaglie, e su tutto il Mistral, il vento impetuoso della Provenza che, al pari dell’Amore, giunge all’improvviso e per il quale non esistono difese, né riparo.

Un racconto boccaccesco, con il quale Franco Ferrini ci narra, con ironia, l’invenzione dell’Amore.



"Mistral - L'invenzione dell'Amore", romanzo allegorico dello sceneggiatore di "C'era una volta in America" Franco Ferrini.



Un romanzo divertente, ambientato in epoca medievale, dove l’Amore - l’amor cortese e cavalleresco – viene finalmente “inventato” e visto in modo ironico e grottesco dallo sceneggiatore che, assieme ai più famosi registi, ha contribuito a rendere grande il Cinema Italiano e Internazionale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Franco Ferrini

C'era una volta il cinema (Dialoghi)

C'era una volta il cinema (Dialoghi) di

Non si tratta di un’autobiografia vera e propria dell'autore, Franco Ferrini, perché non segue una narrazione lineare, anche se ogni riferimento a persone realmente vissute NON è puramente casuale. Come in un film di Robert Altman, si intrecciano storie diverse, insieme a battute folgoranti, aneddoti gustosi e ritratti che tutti insieme potrebbero intitolarsi “IL CINEMA VISTO DAL DI DENTRO COME...